progetto | avvertenze | scrivici | primapagina | forum dei cittadini | rss |

IlLicatese.it - informazione e approfondimento per Licata

sab, 17 novembre


 
>> ricerca avanzata
cerca:

 


-Opera lirica madame Butte..
-BLS2..
-BLS4..

>> tutti i video

 

 

 

l'hosting web fornito da

Aruba.it

 

il progetto 

avvertenze 

collabora con noi 

scrivici 

primapagina 

rss 

archivio/cerca 

forum dei cittadini 

pubblicità 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
approfondimenti >> articolo

invia stampa

DISCUSSI I PUNTI PORTATI DOPO IL SIT-IN DI APRILE

di Filippo Franzone, 14.09.2013

 

Si è svolto ieri, un incontro tra il Comitato e il Commissario ASP 2 Prof. Vittorio Virgilio, per discutere i punti relativi al servizio sanitario-ospedaliero dell’area gelese. L’incontro si è svolto negli uffici del Presidio Vittorio Emanuele III di Gela, subito dopo la conferenza stampa sulla Radioterapia.

 

Da anni il Comitato, porta avanti delle richieste di potenziamento dell’ospedale gelese, atte a migliorare l’offerta sanitaria e a ridurre i disagi alla popolazione.

Queste richieste sono state ribadite, dopo un sit-in di protesta, direttamente al Commissario ASP 2 che in quella occasione promise di interessarsi a realizzazione di dette richieste.

 

La sottostante tabella elenca le richieste del Comitato in ambito sanitario-ospedaliero:

 

          

Mantenimento e potenziamento della Unità Operativa Complessa (UOC) di Malattie Infettive.

Attivazione delle risorse per il Dipartimento Oncologico di III livello.

Istituzione dell’UOC di Ematologia e Thalassemia. 

Unità di Terapia Intensiva Neonatale (UTIN).

Potenziamento del reparto di Ginecologia ed Ostretricia.

Potenziamento MCAU (medicina Chirurgia Accettazione Urgenza).

Istituzione Pronto Soccorso Pediatrico.

Aumento dei posti letto, relativamente agli indici previsti per popolazione residente.

Adeguamento personale Medico, infermieristico e vario, alle esigenze sanitarie del territorio.

Acquisto e messa in funzione della Risonanza Magnetica “T 2 Star”.

No, al trasferimento dei servizi sanitari territoriali all’interno dell’ospedale.

No, al declassamento delle UOC attualmente esistenti

                                           

 

 

 

 

 

 

 

Con cordialità, abbiamo parlato in ordine dei vari punti.

 

-       Malattie Infettive: Il reparto rimarrà negli attuali locali, come richiesto dalle associazioni e dai pazienti, mantenendo gli attuali posti letto, 6 ordinari e 2 Day Hospital. Inoltre, è stata data piena disponibilità ad ampliare il reparto se i parametri di occupazione verranno rispettati.

-       Dipartimento Oncologico di III Livello: Il Commissario come promesso ha chiesto informazioni al riguardo, “esiste la volontà di individuare a Gela questa importante struttura, anche se il problema è più politico che tecnico”. Da subito bisogna lavorare per la Brest-unit di Senologia, Chirurgia Oncologica, e quanto altro compete le cure oncologiche, in modo tale di trovarci pronti per quando sarà il momento.

-       Ematologia e Talassemia: Per la Talassemia ci saranno novità a breve, il Commissario in questo punto non si è voluto sbilanciare oltre. È stato chiesto nell’immediato un medico da reperire presso il Sant’Elia di Caltanissetta, al fine di limitare i disagi dovuti alla grave carenza di personale. Attendiamo risposta a breve per questo punto.

-       Per quanto riguarda UTIN, Ginecologia e Ostetricia, MCAU, i problemi sono legati all’impossibilità di assumere personale, la promessa del Commissario è stata quella che appena possibile attiverà l’UTIN e potenzierà il resto.

-       Pronto soccorso Pediatrico: Anche in questo caso il Commissario attende l’istituzione dell’UTIN, affermando che “senza l’UTIN il pronto soccorso pediatrico non darebbe una offerta completa”, quindi rimandato speriamo a breve.

-       Aumento Posti Letto: Allo stato attuale, è possibile solo tagliare posti letto, già in passato il Commissario aveva garantito che Gela non avrebbe subito alcun taglio. Su questo punto abbiamo fatto i controlli personalmente nei reparti, costatando che alcuni reparti si sono ridotti, alcuni creati nuovi, altri ampliati, nel totale rimangono in uso tutti i posti letto assegnati nel 2010. Gli unici reparti che non usano i propri posti letto sono Nefrologia e Oncologia, ma la promessa è stata che a breve verranno messi in condizione di lavorare e ricoverare presso i propri reparti.

-       Adeguamento personale: Dipende esclusivamente dallo sblocco delle assunzioni. Al momento non è possibile assumere.

-       No trasferimento servizi sanitari territoriali: Anche questa battaglia è stata vinta. Soltanto alcuni servizi che mancano in ospedale e che possono essere di grande aiuto per i pazienti dell’ospedale saranno presenti. I 2300 metri quadri del quarto piano del Presidio rimarranno a disposizione dell’ospedale e dei reparti presenti.

-       Declassamento UOC: Allo stato attuale nessun reparto è interessato da declassamento.

 

 

Ci riteniamo parzialmente soddisfatti dell’incontro, alcuni obiettivi sono raggiunti, altri sono in itinere, altri ancora bisogna lavorare per ottenerli. Su tutto pesa la crisi, quindi la mancanza di fondi, il blocco delle assunzioni. Ci auguriamo che presto si possa colmare la mancanza di personale e si possa investire in questo territorio che continua ad avere bisogno di nuove strutture e nuovi servizi.

 

Punto ma parte e quello della Radioterapia. Non siamo contenti dello spostamento dei pazienti in altri territori, poco cambia che sia Catania, Ragusa, oppure San Cataldo, abbiamo una struttura pronta e all’avanguardia nel nostro territorio, ne pretendiamo l’immediato funzionamento per evitare disagi e poter affermare di poterci curare a casa, senza inutili migrazioni.

Il Comitato, come già promesso nel precedente incontro a Caltanissetta, attenderà tutto il mese di settembre, il 1 ottobre 2013 se non sarà ancora funzionante la Radioterapia, scenderà davanti i cancelli della struttura a protestare contro la mancata apertura.

 

 

 

 

 

                                                                                                                         Filippo Franzone

                                                                                            Portavoce Comitato per lo Sviluppo dell’Area Gelese

                                                                                                                     Unione di Associazioni

  

                                                                                                          Presidente comitato Progetto Provincia

                                                                                                                           

 

 

 

COMITATO PER LO SVILUPPO DELL’AREA  GELESE

                                 UNIONE DI ASSOCIAZIONI

 

LE ASSOCIAZIONI:

Progetto Provincia, Cittadini Attivi, Libera Associazione Consumatori, Prot. Civile Giubbe d’Italia, Associazione Culturale Stella Maris, Comitato Torre di Manfria, Osservatorio Salute Ambiente-comitato famiglie malformati, Associazione Siciliana Caccia e Natura, Istituto Dramma Antico Eschilo, Comitato spontaneo ex Lavoratori Clorosoda, Associazione C. S. Manfria ONLUS, Associazione Artigianato del Golfo, Centro Studi Salvatore Aldisio, Croce Azzurra, Associazione Giovani per la Sicilia, Associazione Culturale Archeo-Ambiente, Comitato Madonna delle Grazie, Comitato di quartiere Giardinelli, Associazione Culturale Il Tempio di Apollo, Associazione Culturale Euclide Gelese, Confcommercio Gela, ADI Sicilia, Ordine dei Dottori Commercialisti di Gela, Comitato di quartiere Centro Storico Federiciano,  Casartigiani del Golfo di Gela, CNA- Piccole e Medie Imprese Commerciali, Ordine degli Avvocati di Gela, Archeo-club, Sviluppo e Ambiente, Gela è Viva, A.C.S.S.S. Ivan Siciliano-Mazzarino, Associazione Culturale Musicale Gelese “Giuseppe Verdi”, Comitato di quartiere Manfria, Associazione Culturale Centro Musica “A. Vivaldi”, Associazione Interporto del Golfo di Gela, Prot. Civile “Falchi d’Italia”, Ass. Thalassemici “Maurizio Nicosia”, Associazione “Corsa per la Vita”, Comitato di quartiere Margi-Rinascimento, Associazione Archeologica Culturale “Triskelion”, Confartigianato Gela, ADOS Gela, Ass. C.B. Vittorio costa ONLUS, Ass. “Amici del Fegato”.

 

 

 

 

 

                                         Sede

Vico Imperia, 8 _ 93012 Gela

Contact

Franzone Filippo

Mobile 340-6444307

Fax 0933-914540

 e-mail: franzone.f@libero.it

 

 

 

[ Dai la tua opinione su questo argomento ]

 

 

 

invia l'articolo via email

versione stampabile

proponi un tuo articolo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

>> tutti gli eventi

 

 

 

iscriviti per essere aggiornato
con IlLicatese.it

 

 

 

 

 

 

 

 

IlLicatese.it - Il portale dei cittadini di Licata
Blog informativo gestito in via indipendente da volontari e gruppi di associazioni nell'area licatese