progetto | avvertenze | scrivici | primapagina | forum dei cittadini | rss |

IlLicatese.it - informazione e approfondimento per Licata

gio, 15 novembre


 
>> ricerca avanzata
cerca:

 


-Opera lirica madame Butte..
-BLS2..
-BLS4..

>> tutti i video

 

 

 

l'hosting web fornito da

Aruba.it

 

il progetto 

avvertenze 

collabora con noi 

scrivici 

primapagina 

rss 

archivio/cerca 

forum dei cittadini 

pubblicità 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
notizie locali >> articolo

invia stampa

Il comune informa

di Francesco Morello, 21.11.2013

 

SPESA ACCOGLIENZA MINORI STRANIERI NON ACCOMPAGNATI

 

           

            Con una nota indirizzata all’Ufficio Minori della Questura di Agrigento,  e per conoscenza  al Prefetto,  al Ministero dell’Interno, alla Direzione Generale dell’Immigrazione, all’Anci e al Presidente della Regione, il Sindaco, Angelo Balsamo, lo ha informato del fatto che “la mancanza di  adeguati finanziamenti al Comune di Licata,  - si legge testualmente nella nota - non consente a questa Amministrazione di poter sostenere la spesa per il pagamento delle rette di ricovero a seguito del collocamento in strutture residenziali, che insistono nel territorio comunale, di minori stranieri non accompagnati disposto con appositi provvedimenti dall’Autorità provinciale di Pubblica Sicurezza. Pertanto si invita l’Ufficio in indirizzo nel caso dovesse disporre  ulteriori collocamenti di MSNA, di scegliere strutture residenziali convenzionati con la Regione Sicilia, contribuendo a preservare l’integrità della situazione economico/finanziaria del Comune di Licata”.  

 

“Al riguardo, inevitabilmente, sorge la questione relativa alla competenza territoriale degli enti locali, infatti risulta che codesto ufficio ha disposto, secondo il nostro punto di vista, dei collocamenti impropri di MSNA in struttura, in deroga al principio secondo cui competente ad accogliere i minori e, quindi, a farsi carico dell’onere di spesa per il ricovero è il comune del territorio in cui intercettati.

Pertanto, per tutti quei casi in cui il minore straniero non accompagnato è stato intercettato in un territorio diverso da quello del Comune di Licata, questo Ente – si legge nella lettera – non si accollerà l’onere della spesa per il ricovero”.

 

            La richiesta di cui sopra scaturisce dal fatto che la mancata erogazione di appositi finanziamenti agli enti locali  contribuisce notevolmente ad aggravare la condizione economica in cui versano molti enti locali, la cui crescente spesa pubblica, a causa dell’aumento dei costi nel campo sociale ha inciso notevolmente, in modo negativo, sulla situazione finanziaria dell’Ente.

 

            Da ciò la necessità di attivare un tavolo permanente di confronto, aperto agli enti locali, alle organizzazioni umanitarie e alle associazioni di volontariato, al fine di chiarire i sistemi di accoglienza ed adottare precisi standard ed un equo riparto degli oneri di accoglienza. 


ASSISTENZA AI DISABILI SENSORIALI CHE FREQUENTANO LA SCUOLA DELL’OBBLIGO

 

Il vice sindaco ed assessore ai servizi sociali, Angelo Cambiano, comunica che, a seguito di un incontro avuto con una rappresentanza dei genitori degli interessati e del successivo incontro avuto presso la Provincia Regionale di Agrigento, sta per essere avviato il servizio di assistenza all’autonomia e comunicazione per disabili sensoriali (ciechi e sordi di cui all’art. 3 comma 3 della legge 104) che frequentano  le scuole materne, elementari e medie ubicate nel territorio comunale.

 

Inoltre, in considerazione del fatto che il costo del servizio, fino al 31 dicembre 2013 sarà a carico della Provincia Regionale, l’Amministrazione comunale, presieduta dal sindaco Angelo Balsamo, ha già inserito l’apposito intervento di bilancio nel documento programmatico in fase di stesura, cercando di garantire la continuità delle prestazioni a decorrere dal 1° gennaio 2014 e sino alla conclusione dell’anno scolastico.

 

<<Così facendo – dichiara il vice sindaco Angelo Cambiano –  in considerazione dell’importanza che il servizio riveste per l’inserimento e la formazione di questi nostri piccoli concittadini affetti da disabilità sensoriale,  il Comune si fa carico dell’onere necessario a garantire lo stesso per l’intero anno scolastico >>.


ATTIVITA’ CONSIGLIO COMUNALE

 

                        Il Consiglio comunale è stato convocato, in seduta aperta, per martedì, 26 novembre 2013, alle or 19,30, per la trattazione del seguente punto all’ordine del giorno:

-          Problematiche allagamenti nella Città di Licata a seguito di eccezionali ed imprevedibili precipitazioni atmosferiche. Bomba d’acqua del 6 ottobre 2013.

 

La riunione  si terrà presso l’Auditorium della Scuola Media Marconi.

 

Intanto, nella seduta di ieri sera, il civico consesso ha tratto ed approvato 8 dei 10 punti posti all’ordine del giorno dal Presidente Saverio Platamone in quanto gli atti relativi agli ultimi due argomenti, cioè a dire quelli concernenti la “Modifica ed integrazione del regolamento per l’uso dei beni comunali e per l’alienazione ed acquisto di beni immobili” e quello riguardante la “Dichiarazione esistenza/inesistenza prevalenti interessi pubblici per la conservazione delle costruzioni abusive site nel territorio comunale”,  su proposta dei consiglieri Vincenzo Callea e Vincenzo Sica, sono state restituiti al Sindaco per maggiori chiarimenti ed istruttoria.

 

            Per quanto concerne gli altri punti all’ordine del giorno, il Civico consesso all’unanimità ha approvato il regolamento del Museo Civico d’Arte Contemporanea, quello per l’Istituzione e il Funzionamento della Consulta Comunale per le Attività Produttive (all’unanimità) , il regolamento di Polizia Mortuaria (all’unanimità) e quello della Fiera di Sant’Angelo (pure all’unanimità).

 

            Inoltre, a maggioranza, sono state revocate la deliberazione n° 20 del 3 maggio 2013, adottata dal Commissario Straordinario avente per oggetto l’approvazione delle aliquote Imu per l’anno 2013, e la deliberazione del Consiglio comunale n° 53 dell’1 agosto 2013 avente per oggetto la determinazione delle modalità, scadenze e numero di rate per il versamento in acconto della Tares per l’anno 2013. Entrambe queste due deliberazioni sono state dichiarate immediatamente esecutive.


DISCIPLINA DEL SERVIZIO PUBBLICO DI RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI URBANI

 

           

Con propria ordinanza n° 75, adottata in data odierna, il Sindaco Angelo Balsamo, allo scopo di meglio disciplinare il servizio e rendere più accogliente e pulita la città,  ha fissato le modalità di raccolta differenziata dei rifiuti urbani nella utenze commerciali e domestiche e negli uffici pubblici e privati, i cui effetti hanno decorrenza immediata.

 

In base a quanto disposto dal Sindaco ordina a tutte le utenze commerciali, artigianali e produttive, di depositare gli imballaggi in cartone, le  bottiglie di plastica e di vetro, prestando particolare attenzione a non intralciare i percorsi pedonali e a non occupare stalli di sosta per autoveicoli, secondo il calendario appresso indicato.

 

a)      Raccolta cartone nelle utenze commerciali: il ritiro viene effettuato dalle ore 13,30 alle ore 19,00. L’utenza ha l’obbligo, dalle ore 10,00 alle ore 13,30 di posizionare il cartone all’esterno della propria attività piegato e pressato, possibilmente posizionato all’interno di apposite ceste e privo di ogni altro rifiuto estraneo. Se, per qualsiasi motivo il ritiro non viene effettuato, l’utente, alle ore 19,00 ha l’obbligo i rientrarlo e rimetterlo all’esterno l’indomani con le stesse modalità sopra descritte.

b)      Raccolta bottiglie in plastica e bottiglie in vetro nelle utenze commerciali: il ritiro viene effettuato dalle ore 13,30 alle 17,00. L’utenza ha l’obbligo, dalle ore 13,00 alle ore 13,30 di posizionare i contenitori della plastica e del vetro, forniti dalla società d’Ambito Dedalo ambiente in comodato d’uso gratuito all’esterno della propria attività accertandosi che sia selezionato per tipologia e privo di ogni altro rifiuto estraneo, a ritiro avvenuto, l’utente ha l’obbligo di rientrare i contenitori all’interno della propria attività. Qualora, per qualsiasi motivo, il ritiro non viene effettuato, l’utente alle ore 17,00 ha l’obbligo di rientrarlo e rimetterlo all’esterno l’indomani con le stesse modalità sopra descritte.

c)      Raccolta rifiuti ingombranti e RAEE (apparecchiature elettriche ed elettroniche) a domicilio delle utenze domestiche: il ritiro viene effettuato, su appuntamento, dalle ore 17,00 alle ore 19,00, dal  lunedì al sabato. L’utente che ha bisogno di smaltire i suddetti rifiuti potrà fissare appuntamento chiamando i numeri telefonici 0922/772546 – 0922/770109 o recandosi presso gli uffici della Dedalo Ambiente siti in via Umberto II° o in via Cannarozzo, 8. L’utente ha l’obbligo di separare i rifiuti per tipologia (legno, materassi materiale ferroso, apparecchiature elettriche, ecc.) e di farli trovare al momento del ritiro al piano terra in prossimità della propria abitazione.

 

Con la medesima ordinanza, il Sindaco, dispone altresì, a tutti gli uffici pubblici e privati che producono carta, cartone e/o altri materiali da imballaggio, di smaltirli concordando il ritiro tramite l’utenza telefonica utilizzando i seguenti numeri: 0922/772546 o 0922/770109.

 

In caso di avverse condizioni atmosferiche i rifiuti devono restare all’interno delle attività, ed avverte che i cartoni depositati in violazione alle modalità innanzi indicate, non saranno prelevati.

 

L’ordinanza prevede anche le sanzioni che saranno applicate in caso di inosservanza.

 

 

 

 

 

 

 

 

[ Dai la tua opinione su questo argomento ]

 

 

 

invia l'articolo via email

versione stampabile

proponi un tuo articolo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

>> tutti gli eventi

 

 

 

iscriviti per essere aggiornato
con IlLicatese.it

 

 

 

 

 

 

 

 

IlLicatese.it - Il portale dei cittadini di Licata
Blog informativo gestito in via indipendente da volontari e gruppi di associazioni nell'area licatese