progetto | avvertenze | scrivici | primapagina | forum dei cittadini | rss |

IlLicatese.it - informazione e approfondimento per Licata

gio, 15 novembre


 
>> ricerca avanzata
cerca:

 


-Opera lirica madame Butte..
-BLS2..
-BLS4..

>> tutti i video

 

 

 

l'hosting web fornito da

Aruba.it

 

il progetto 

avvertenze 

collabora con noi 

scrivici 

primapagina 

rss 

archivio/cerca 

forum dei cittadini 

pubblicità 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
notizie locali >> articolo

invia stampa

Due strade per l'area gelese

di Filippo Franzone, 18.03.2014

 

DUE STRADE PER L’AREA GELESE

 

 

 

Il Comitato per lo Sviluppo dell’Area Gelese (CSAG), ha illustrato, in conferenza stampa al Municipio di Gela, le due strade da seguire per affrancare il territorio dalla costrizione, attuata anche dalla riforma sui Liberi Consorzi, a non poter raggiungere l’agognata autonomia.

La prima è quella giuridica. E’ stata inviata venerdì 14 marzo 2014, una missiva al Commissario dello Stato, il Prefetto Aronica, da parte del Comune di Gela, CSAG, e gli Ordini degli Avvocati e Commercialisti, dove si mettono in evidenza alcuni punti della riforma che a nostro avviso palesano incostituzionalità (Copia in allegato). Inoltre si proverà anche attraverso la Corte Costituzionale, che ribaltare la Legge di Riforma dell’ente intermedio.

L’altra strada, è geopolitica. Vista l’impossibilità, con queste regole, di poter creare un nuovo Libero Consorzio, è stato approntato un piano “B” (planimetria in allegato).

Il piano “B” prevede l’adesione al Libero Consorzio di Comuni di Catania, questa è la causa del mancato riconoscimento della propria autonomia all’area gelese da parte di Palermo, che per ben due volte, ha preferito difendere i privilegi delle vecchie province, piuttosto che ascoltare le richieste giuste e democratiche provenienti da Gela (Proposta di Legge popolare supportata da 18.655 firme di elettori siciliani; richiesta per una Legge di riordino dell’ente intermedio democratica).

Sono stati soprattutto due esponenti di spicco della politica palermitana ad impedire a Gela di raggiungere l’autonomia: Gucciardo e soprattutto Cracolici.

Il piano “B” sarà attuato nel caso in cui il Commissario dello Stato dovesse accettare la Legge, così come il Parlamento siciliano l’ha partorita.

 

 

 

                                                                                                                     Filippo Franzone

                                                                                         Portavoce Comitato per lo Sviluppo dell’Area Gelese

                                                                                                                  Unione di Associazioni

  

                                                                                                     Presidente comitato Progetto Provincia

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

I parametri per un nuovo consorzio sono:

1.  Continuità territoriale.

2.  180.000 abitanti.

3.  E’ necessario una delibera per comune votata favorevolmente da almeno 2/3 dei consiglieri comunali.

4.  Tutti i comuni debbono produrre la stessa delibera, dove è indicato l’ambito territoriale, se un comune viene meno, anche se non fa scendere sotto i 180.000 abitanti il Consorzio, bisogna che tutti gli altri ri-deliberano.

5.  La delibera prodotta deve essere sottoposta a referendum cittadino. Quorum: 50% + 1 del corpo elettorale.

6.  Tempo a disposizione per l’istituzione: 6 mesi.

7.  Il parlamento siciliano tra sei mesi dovrà votare eventuali modifiche territoriali.

8.  Il tutto mentre 9 Liberi Consorzi sono già costituiti e proveranno in tutti i modi, l’eventuale distacco di alcuni comuni.

 

 

 

 

 

REFERENDUM E STATUTI COMUNALI

GELA :  I referendum si possono svolgere solamente dal 15 aprile al 15 giugno.  Quorum necessario : 50% + 1 degli elettori

MAZZARINO : Il referendum è previsto dall’art. 50 dello Statuto Comunale, che però per le modalità rimanda ad un apposito regolamento che ad oggi non risulta approvato.

PIAZZA ARMERINA : Il referendum può essere richiesto dal consiglio comunale (a maggioranza dei 2/3 dei consiglieri) o dal 10% degli elettori. Dal momento della richiesta, devono trascorrere 90 giorni per la raccolta delle firme.

LICATA : Previsto dall’art. 13 dello Statuto Comunale. Può essere richiesto da 2.000 elettori e prevede un quorum del 50% + 1 di tutti gli elettori.

NISCEMI : e’ previsto dall’art. 71 dello Statuto Comunale. Per le modalità rimanda ad un Regolamento per la Partecipazione che non risulta approvato.

BUTERA : e’ PREVISTO DALL’ART. 43 DELLO Statuto Comunale. Manca il regolamento per le modalità di svolgimento.

CALTAGIRONE : Previsto dall’art. 23 dello Statuto Comunale. Quorum: 50% + 1 degli elettori.

 

 

 

 

 

 

                                                                                                                      

 

 

 

 

 

                                                                                                           

COMITATO PER LO SVILUPPO DELL’AREA  GELESE

                                 UNIONE DI ASSOCIAZIONI

 

LE ASSOCIAZIONI:

Progetto Provincia, Cittadini Attivi, Libera Associazione Consumatori, Prot. Civile Giubbe d’Italia, Associazione Culturale Stella Maris, Comitato Torre di Manfria, Osservatorio Salute Ambiente-comitato famiglie malformati, Associazione Siciliana Caccia e Natura, Istituto Dramma Antico Eschilo, Comitato spontaneo ex Lavoratori Clorosoda, Associazione C. S. Manfria ONLUS, Associazione Artigianato del Golfo, Centro Studi Salvatore Aldisio, Croce Azzurra, Associazione Giovani per la Sicilia, Associazione Culturale Archeo-Ambiente, Comitato Madonna delle Grazie, Comitato di quartiere Giardinelli, Associazione Culturale Il Tempio di Apollo, Associazione Culturale Euclide Gelese, Confcommercio Gela, ADI Sicilia, Ordine dei Dottori Commercialisti di Gela, Comitato di quartiere Centro Storico Federiciano,  Casartigiani del Golfo di Gela, CNA- Piccole e Medie Imprese Commerciali, Ordine degli Avvocati di Gela, Archeo-club, Sviluppo e Ambiente, Gela è Viva, A.C.S.S.S. Ivan Siciliano-Mazzarino, Associazione Culturale Musicale Gelese “Giuseppe Verdi”, Comitato di quartiere Manfria, Associazione Culturale Centro Musica “A. Vivaldi”, Associazione Interporto del Golfo di Gela, Prot. Civile “Falchi d’Italia”, Ass. Thalassemici “Maurizio Nicosia”, Associazione “Corsa per la Vita”, Comitato di quartiere Margi-Rinascimento, Associazione Archeologica Culturale “Triskelion”, Confartigianato Gela, ADOS Gela, Ass. C.B. Vittorio costa ONLUS, Ass. “Amici del Fegato”.

 

 

 

 

[ Dai la tua opinione su questo argomento ]

 

 

 

invia l'articolo via email

versione stampabile

proponi un tuo articolo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

>> tutti gli eventi

 

 

 

iscriviti per essere aggiornato
con IlLicatese.it

 

 

 

 

 

 

 

 

IlLicatese.it - Il portale dei cittadini di Licata
Blog informativo gestito in via indipendente da volontari e gruppi di associazioni nell'area licatese