progetto | avvertenze | scrivici | primapagina | forum dei cittadini | rss |

IlLicatese.it - informazione e approfondimento per Licata

gio, 15 novembre


 
>> ricerca avanzata
cerca:

 


-Opera lirica madame Butte..
-BLS2..
-BLS4..

>> tutti i video

 

 

 

l'hosting web fornito da

Aruba.it

 

il progetto 

avvertenze 

collabora con noi 

scrivici 

primapagina 

rss 

archivio/cerca 

forum dei cittadini 

pubblicità 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
notizie locali >> articolo

invia stampa

Al Commissario Straordinario deII'ATO Idrico di Agrigento

di Agostino Licata, 16.04.2014

 

Al Commissario Straordinario deII'ATO Idrico di Agrigento Dott. Benito Infurnari Venerdl 14 Marzo ad Agrigento si è costituito il Comitato Intercomunale per la Gestione Pubblica dell'Acqua (lnter.Co.PA) cui hanno aderito i comitati civici dei Comuni di Sambuca, Montevago, Cattolica Eraclea, Casteltermini, Siculiana, Naro, Caltabellotta, Ravanusa, Grotte, Licata, Canicattl, Agrigento e Sciacca. lnter.Co.PA A un organo di condivisione, su scala provinciale, delle problematiche e delle denunce dei cittadini connesse all'esercizio del servizio idrico da parte dell'attuale gestore Girgenti Acque S.p.A.. L'obiettivo principale del Comitato, come previsto da statuto, è quello di perseguire la risoluzione anticipata del contratto per le gravi inadempienze dell'attuale gestore idrico, segnalate anche attraverso esposti alla Procura della Repubblica. Per tale ragione lnter.Co.PA, come già sostenuto dai singoli comitati comunali presso i rispettivi Sindaci, in primo luogo chiede espressamente al Commissario Straordinario dell'ATO idrico di dare mandato per un parere legale specialistico che valuti la sussistenza dei presupposti per adire le vie legali e chiedere la risoluzione del contratto. Nelle more che si dia luogo a tale irrinunciabile procedura, che a parere degli scriventi non puà che dare esito positivo, lnter.Co.PA ritiene opportuno proporre al Commissario delle modifiche e integrazioni all'attuale regolamento, allo scopo di smorzare i caratteri vessatori dell'attuale rapporto contrattuale tra gli utenti e il gestore idrico. Di seguito le richieste avanzate: • Restituzione, mediante compensazione sulle fatture successive, delle somme relative alla tariffazione retroattiva, indebitamente sottratte ai cittadini; "poiché deliberata illegalmente da un Commissario non abilitato. Tale tariffa doveva essere deliberata solo dall'assemblea dei sindaci, l'unico organo abilitato". • Rimborso per gli utenti che abbiano sostenuto le spese di manutenzione per le condutture derivate (cosiddetti diritti di appresamento'); N.B. "Togliere 'cosiddetti 'diritti di appresamento' poiché non sono tali quelli citati". • Rimodulazione delle tariffe in relazione all'anomala distinzione tra non resistenti e residenti e ai condomini per i quali la Girgenti Acque esegue la sola lettura del contatore centrale; • Cancellazione dell'obbligo del pagamento anticipato di un terzo dell'importo complessivo della fattura, richiesto per poter accedere alla rateizzazione che, in ogni caso, deve prevedere pii di tre rate; • Interruzione della sospensione delle forniture in caso di morosità per i soggetti economicamente pii poveri, disabili o anziani (ai sensi della L.R. 2/2013); • Previsione di verifica gratuita della funzionalità dei contatori; • Ripristino degli 80mc minimi garantiti ricompresi nel pagamento degli oneri fissi attualmente versati; "N.B. se cade la nuova tariffa poiché illeggittima cade anche questa richiesta in quanto si ripristina il minimo citato." • Riduzione della mora del 6% alla scadenza della fattura, il cui importo assume un carattere assolutamente vessatorio e ingiustificato; N.B.sostituire la parola riduzione con 'eliminazione"'. • Obbligo di rilascio di un protocollo d'ingresso per le istanze presentate e d'intervento elo risposta scritta entro un termine fisso (esempio entro 30 gg) a seguito di segnalazioni di anomalie da parte degli utenti; • Rimodulazione dei costi per la depurazione e lo scarico che, tra I'altro, sono calcolati suII'intera cubatura in entrata e non su quella effettivamente versata in pubblica fogna; "questa richiesta si potrebbe eliminare poiché la legge prevede che la depurazione si conteggia in base aII'acqua consumata e non effettivamente scaricata" • Eliminazione deII'ingiustificabile addebitamento del canone fognario anche in zone sprovviste di rete fognarie e del depuratore; "N.B. laddove non ci sono fognature A logico che I'utente puà chiedere la rettifica al Gestore e se ha pagato puà chiedere la restituzione o la successiva compensazione quindi questa richiesta potrebbe essere eliminata". •AGGIUNGERE ......laddove gli impianti di depurazione non sono a norma (enisistenza autorizzazione allo scarico, efficienza depurativa al 100% e non conformità alle norme vigenti), chiedere il rimborso delle somme pagate sino ad ora." • AGGIUNGERE ......se la Girgenti Acqua non ha versato il canone annuale dovuto aII'ATO Idrico, significa che A inadempiente". AGGIUNGERE.... "chiedere la rimodulazione delle tariffe in base alla reale potabilità deII'acqua distribuita" AGGIUNGERE... chiedere di rifare le condotte per assicurare la fornitura di acqua 24 h in tutti i quartieri delle città". AGGIUNGERE....."considerato che la G.A. non svolge tutti i servizi assunti affidandoli a terzi Cia costituisce inadempienza contrattuale" AGGIUNGERE.... il contratto stipulato tra I'Ato e la G.A. è da considerare annullabile poiché ha violato le regole della concorrenza". Agrigento, 17/04/2014 Comitato Intercomunale per la Gestione Pubblica dell'Acqua (lnter.Co.PA) Le parti tra virgolette sono state aggiunte dal Direttivo del Comitato intercomunale

 

 

 

[ Dai la tua opinione su questo argomento ]

 

 

 

invia l'articolo via email

versione stampabile

proponi un tuo articolo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

>> tutti gli eventi

 

 

 

iscriviti per essere aggiornato
con IlLicatese.it

 

 

 

 

 

 

 

 

IlLicatese.it - Il portale dei cittadini di Licata
Blog informativo gestito in via indipendente da volontari e gruppi di associazioni nell'area licatese