progetto | avvertenze | scrivici | primapagina | forum dei cittadini | rss |

IlLicatese.it - informazione e approfondimento per Licata

gio, 15 novembre


 
>> ricerca avanzata
cerca:

 


-Opera lirica madame Butte..
-BLS2..
-BLS4..

>> tutti i video

 

 

 

l'hosting web fornito da

Aruba.it

 

il progetto 

avvertenze 

collabora con noi 

scrivici 

primapagina 

rss 

archivio/cerca 

forum dei cittadini 

pubblicità 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
notizie locali >> articolo

invia stampa

Comune informa

di Gabriella Sorasci, 08.05.2014

 

 1)POSITIVO L’ANDAMENTO TURISTICO DI LICATA

 

         Viva soddisfazione è espressa dall’Amministrazione comunale per i dati forniti dall’Osservatorio turistico della Provincia di Agrigento relativi all’andamento del mercato turistico locale 2012/2013.

         Secondo i suddetti dati, aggiornati al 31 dicembre 2013, “Licata è entrata con buon successo fra le destinazioni turistiche di rilievo del territorio provinciale, grazie alla lungimiranza di alcuni imprenditori, che hanno scommesso investendo in alcune strutture di grandi dimensioni che hanno ben  risposto alla domanda di mercato e per la nascita del nuovo porto turistico in grado di accogliere diportisti da ogni provenienza”, si legge, tra l’altro testualmente nel documento diffuso dall’Osservatorio turistico.

         Dallo stesso opuscolo emergono anche i seguenti dati relativi alla consistenza ricettiva e al movimento turistico registrati nel nostro Comune.

         Per quanto concerne i posti letto disponibili nelle strutture turistiche,  relativamente all’anno 2013,  si hanno i seguenti numeri: strutture a 4 stelle 1351, a 3 stelle 211, a 1 stella 25, affittacamere 44, appartamenti per vacanze 35,  Bed & Breakfast 84, per un totale di 1750 posti - letto.

         Le presenze registrate, sempre nel 2013, sono state complessivamente di 148.934 italiani e 9.895 stranieri, per un totale di 158.829, con un incremento di 1.035 presenze rispetto a quelle registrate nel 2012.  La permanenza media è di 5,99 giorni e il periodo di maggiore flusso è quello di luglio – agosto.

         <<Un altro elemento che si ricava dai dati, e che penso sia significativo, è il netto incremento pari a circa il 23,67% delle presenze di turisti nelle strutture extra- alberghiere. Un dato, a mio avviso – è l’assessore al turismo Massimo Licata D’Andrea che parla – che fa capire che vi è una tendenza netta di soggiornare in strutture alternative rispetto agli alberghi, tipo B&B, case vacanze, ecc., in cui il turista è a stretto contatto con il centro storico, considerando che queste strutture spesso sono localizzate all’interno della città,  e con la  gente del posto. Questo deve fare riflettere e ritengo che debba tradursi nella necessità di investire, sia come amministrazione, sia come imprenditoria privata, per favorire l’insediamento di strutture di questo tipo all’interno dello stesso centro storico e nel migliorare, il più possibile, l’accoglienza.   E’ proprio in questa direzione che l’attuale amministrazione comunale si sta muovendo, con una serie di iniziative che tendono a rendere più accogliente e attrattivo il nostro centro storico. Nel giro di qualche settimana sarà realizzata la prima pista ciclabile cittadina e  la collocazione di una completa e innovativa segnaletica turistica. Si sta, inoltre, lavorando mettendo in essere un importantissimo progetto – pilota per il rilancio turistico del centro storico, che mirerà a farlo diventare il cuore pulsante della città e punto focale da cui partir, attraverso un effetto domino, per il definitivo rilancio turistico – economico dell’intero territorio di Licata. I particolari del progetto saranno illustrati a breve, non appena saranno definitive le risorse finanziare>>.

         Intervenendo sull’argomento, il vice sindaco, Angelo Cambiano, pone l’accento sugli sforzi avviati dall’esecutivo per il decoro della città:

         <<Anche questo aspetto va verso la stessa direzione dello sviluppo turistico ed economico della città. Un aspetto che potrà avere una sua positiva realizzazione con l’indispensabile contributo dei privati, convinti del fatto che soltanto grazie ad un cammino sinergico tra pubblico e privato, sarà più facile e veloce raggiungere gli obiettivi sperati. Un esempio, in tal senso, è dato dal recupero di otto aiuole sparti-traffico, dislocate in vari punti dell’abitato, la cui manutenzione  è stata affidata ad altrettanti privati  che si sono resi disponibili ad intervenire. Il nostro auspicio è che tale esempio possa essere seguito da diversi altri nostri concittadini, associazioni e da quanti altri amano questa nostra città>>. 

 

2)-LA COMMISSIONE CONSILIARE SANITA’

ANALIZZA  ALCUNI PROBLEMI DEL SETTORE

         Alcuni dei più importanti problemi del settore sanitario di Licata, sono stati al centro del dibattito e dell’analisi da parte dei componenti della Commissione Consiliare Sanità, presieduta dal consigliere Angelo Bonfissuto nel corso di un incontro tenutosi al Palazzo di Città.

         All’incontro, oltre al presidente,  hanno partecipato i membri della commissione Aurelia Urso, Giuseppe Scozzari, Alessia Caico e  Violetta Callea, e il  direttore sanitario dell’ospedale San Giacomo d’Altopasso, Angelo Trigona.

         La commissione, innanzi tutto, ha preso in esame le problematiche relative al funzionamento della divisione di cardiologia del nosocomio licatese, alla luce del recente trasferimento del dirigente medico dott. Ciotta da Canicattì a Licata, che ha provocato la reazione di alcuni operatori di altri ospedali dell’hinterland. Si è preso atto del riscontro positivo derivante da tale nomina  che porta a tre il numero dei sanitari all’interno del reparto di cardiologia in attesa di un ulteriore potenziamento che, a detta del dottor Trigona, dovrebbe avvenire a breve, facendo ricorso all’attingimento alla graduatoria del 28 aprile scorso.

         Altro argomento trattato concerne il trasferimento della sede della guardia medica attualmente ospitata al piano terra del San Giacomo d’Altopasso in locali del centro storico.  A tal fine si sta valutando l’ipotesi di utilizzare  locali di piazza Carmine, di proprietà comunale  o di piazza Elena di proprietà dell’Asp.

         Infine la Commissione ha attenzionato le problematiche derivanti da un’eventuale  chiusura del punto nascite dell’ospedale di Licata, auspicando che l’attuale proroga prevista  sino al 31 dicembre p.v. possa essere ulteriormente estesa nel tempo, in considerazione del fatto che già da tempo il numero dei parti registrati è in costante aumento.

         Allo scopo di analizzare altre problematiche inerenti il settore sanitario, già individuate dai componenti, la commissione tornerà a riunirsi a breve.  

 

 

 

[ Dai la tua opinione su questo argomento ]

 

 

 

invia l'articolo via email

versione stampabile

proponi un tuo articolo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

>> tutti gli eventi

 

 

 

iscriviti per essere aggiornato
con IlLicatese.it

 

 

 

 

 

 

 

 

IlLicatese.it - Il portale dei cittadini di Licata
Blog informativo gestito in via indipendente da volontari e gruppi di associazioni nell'area licatese