progetto | avvertenze | scrivici | primapagina | forum dei cittadini | rss |

IlLicatese.it - informazione e approfondimento per Licata

merc, 14 novembre


 
>> ricerca avanzata
cerca:

 


-Opera lirica madame Butte..
-BLS2..
-BLS4..

>> tutti i video

 

 

 

l'hosting web fornito da

Aruba.it

 

il progetto 

avvertenze 

collabora con noi 

scrivici 

primapagina 

rss 

archivio/cerca 

forum dei cittadini 

pubblicità 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
notizie locali >> articolo

invia stampa

Comune Informa

di La Redazione, 24.07.2014

 

1)L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE ADERISCE AL RICORSO PROPOSTO DA GREENPEACE CONTRO LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO “OFFSHORE IBLEO” DELL’ENI

 

 

         L’Amministrazione comunale ha dato la propria adesione al ricorso al Tar proposto da “Greenpeace”, contro la realizzazione del progetto di trivellazione nel Canale di Sicilia presentato dall’Eni e sul quale il Ministero dell’Ambiente il 27 maggio scorso ha già concluso la procedura di Valutazione di Impatto Ambientale (VIA),  esprimendo parere favorevole.

 

         Una conferma in tal senso stamani è stata data dal vice sindaco, Angelo Cambiano, ai rappresentanti della locale sezione di Federconsumatori, Angelo Pisano e Rosaria Puccio, nel corso di un incontro tenutosi al Palazzo di Città. Quest’ultima organizzazione nei giorni scorsi si è fatta promotrice di un’iniziativa di protesta contro la realizzazione del progetto di cui sopra che prevede una serie di attività di estrazione di idrocarburi offshore ed, in particolare,  due perforazioni esplorative e sei pozzi di produzione commerciale.

 

         E poichè la Federconsumatori ha pure deciso di dare vita ad un’azione giudiziaria contro la decisione del Ministero dell’Ambiente, l’Amministrazione comunale ha assicurato il proprio appoggio anche a tale iniziativa.

  

         Il tutto alla luce del fatto che l’avvio dell’attività da parte dell’Eni, in aggiunta alla eventuale realizzazione dei progetti di costruzione di parchi eolici off shore nelle acque del Golfo di Gela e nell’intero tratto di mare che da grosso centro nisseno si estende sino a quello antistante Agrigento, comporterebbe un inevitabile danno dal punto di vista geologico, ambientale, alla fauna ed alla flora della zona, e asseterebbero un colpo mortale sia alla pesca che al turismo, settore, quest’ultimo, su cui nel corso degli ultimi anni, si è fortemente puntato, con investimenti pubblici e privati, per uscire definitivamente dalla crisi ed avviare il processo di rilancio socio – economico dell’intera aerea centro meridionale dell’Isola.

 

         <<Ritengo doveroso ribadire – è il pensiero del vice sindaco Angelo Cambiano - che disporre dall’alto qualunque forma di intervento calato sui territori, senza prima avere consultato le realtà locali che vi operano, che ne sconoscono pregi e difetti, che hanno fatto investimenti di varia natura conservativa, ai fini della tutela dell’esistente, e realizzativi ai fini della creazioni di occasioni di sviluppo, è qualcosa che è fuori da ogni logica, in quanto spesso le decisioni adottate in sedi altolocate, tengono conto soltanto degli aspetti positivi evidenziati da chi presenta le proposte o i progetti, ma non delle realtà locali. Da ciò la nostra decisione di scendere in campo a fianco di Greenpeace, della Federconsumatori, e di quanti altri si battono per la difesa e gli interessi collettivi  del nostro territorio>>. 

 

 

2)IL VICE SINDACO RSPINGE GLI ATTACCHI DELL’EX PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE VINCENTI

 

 

         <<Licata, fino a poco più di un anno fa, sembrava essere il paese dei balocchi dove tutto funzionava a meraviglia. Poi, da quando si è insediata questa Amministrazione comunale tutto è andato rovina>>.

 

         Inizia così la replica del vice sindaco, Angelo Cambiano, agli attacchi più volte portati dall’ex presidente del consiglio comunale, Angelo Vincenti, contro l’attuale esecutivo, l’ultimo dei quali riguarda la Villa comunale Regina Elena, in atto sottoposta ad un vero e proprio restyling.

 

         <<La cosa che maggiormente addolora – prosegue il vice sindaco - è subire gli attacchi di gente, come Vincenti, che per più legislature è stato componente del Consiglio comunale, sino ad assumerne anche la più alta carica di Presidente, senza essere riuscito a produrre nulla di positivo e concreto per questa nostra città che, al momento del nostro insediamento era letteralmente in uno stato di completo abbandono, compresa la villa Regina Elena di cui mostriamo una foto delle condizioni in cui si trovava quando abbiamo assunto le redini della città, e non certamente per colpa di questa Amministrazione ma di chi l’ha preceduta nel tempo.

         Non abbiamo la presunzione di affermare di avere affrontato e risolto tutti i problemi della città, ma è indubbio che in appena dodici mesi operato per il  recupero e la manutenzione di importanti monumenti e strutture, strade del centro abitato, della periferia e dei luoghi di villeggiatura; ridato un aspetto molto più accogliente e vivibile alla città, gestito diverse emergenze. Ritengo che se tutto quanto è stato fatto da  questa Amministrazione comunale in pochi mesi, in termini di programmazione, gestione e  manutenzione,  lo avesse ugualmente fatto chi ci ha preceduto, sicuramente non avremmo trovato una città allo sfascio, da recuperare, ma avremmo potuto spendere le nostre risorse in altre direzioni e  diversamente proficue.

         La verità è che già qualcuno si sente in campagna elettorale e piuttosto che agire con onestà intellettuale che distingue chi veramente ama le sorti di questa città, si è già lasciato andare in inutili polemiche, che servono soltanto ad alimentarne altre, avvelenando il clima politico, con dichiarazioni che per niente corrispondono a verità, come nel caso della villa Elena,  quando invece, Licata, oggi più che mai ha bisogno di confronti civili, in cui ognuno possa liberamente esprimere la propria idea, nel rispetto delle scelte fatte dagli altri, di collaborazione tra tutte le componenti presenti sul territorio,  nel solo esclusivo interesse generale e non di parte>>.

 

         Anche il cons. Anna Triglia, interviene nel dibattito, a favore dell’operato dell’Amministrazione comunale, e nello specifico, invita l’ex presidente del Consiglio Comunale Vincenti, a non esasperare gli animi con dichiarazioni ed attacchi su argomenti che non hanno ragione di essere: <<Vincenti è un caro amico, per il quale da sempre nutro tanta stima, ne conosco l’amore per questa città e per i suoi abitanti. E proprio per questi motivo, mi permetto di invitarlo a non lasciarsi andare in dichiarazioni che danno vita soltanto a sterili ed inutili polemiche, ma a basare la propria attività politica su proposte fattibili, frutto di una serena analisi e confronto con chi, al momento si trova alla guida della cosa pubblica>>.

 

(allegata foto della Villa Regina Elena).

 

3)SI ELEVA ALTO IL GRIDO DI POTESTA DELL’AMMINISTRAZIONE  CONTRO LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI PULIZIA

        

 

         Con un’azione celere e decisa, l’Amministrazione comunale, nella tarda mattinata odierna, insoddisfatta del modo in cui attualmente viene erogato il servizio di pulizia all’interno del centro abitato e dell’intero territorio comunale, ha, ancora una volta elevato, forte, il proprio grido di protesta nei confronti dei responsabili della Dedalo Ambiente Spa, gestore del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani.

         <<Sono l’assessore al turismo del Comune di Licata – è l’incipit di Massimo Licata D’Andrea -. Per mesi ho lavorato con passione e senza orari per dare alla mia città il decoro, la personalità e l’immagine che merita. Pare che i risultati inizino a venire, visitatori, cittadini, osservatori esterni, operatori locali, stanno ritrovando fiducia e slancio.

         Da tre giorni ho notato che tutto ciò sta per essere spazzato via da un servizio di pulizia non adeguato e non attenzionato e, soprattutto, non organizzato. La città in soli tre giorni è irriconoscibile, sporca, lurida e fatiscente.

         Capisco – conclude l’assessore -  che non avete vissuto il processo di cambiamento che con estremi sacrifici è stato iniziato, capisco che i contratti son pezzi di carta e che non bastano a coinvolgere emotivamente. Però vi chiedo, immediatamente,  di fare un sopralluogo a Licata e a prendere contezza di questa incresciosa situazione. Siete obbligati, moralmente e professionalmente a non abbandonare i cittadini di Licata, che faticosamente stavano iniziando a mettersi in gioco e a trarre profitti sempre più vantaggiosi dalle loro attività>>.

 

         <<E’ opportuno sottolineare – aggiunge l’assessore alla sanità e ai rifiuti solidi urbani, Salvatore La Carrubba – che più volte nel corso delle varie assemblee o conferenze dei sindaci, abbiamo rappresentato le deficienze del servizio ai responsabili della Dedalo Ambiente, lamentando l’insufficienza del personale nel cantiere di Licata rispetto ai cantieri degli altri Comuni dell’Ato, ma tutti gli impegni assunti dai commissari nominati dal presidente della regione, ad oggi non hanno avuto seguito. Il loro compito di traghettatori al nuovo servizio di raccolta è limitato solamente all’aspetto burocratico e  non mirato a garantire l’efficienza del servizio, cosa  per la quale sono stati nominati.

         Il servizio che oggi si riesce a svolgere nella nostra città è garantito da quei pochi operatori presenti, che con grandi sacrifici, anche con doppi turni lavorativi, riescono, quotidianamente ad assicurare i servizi minimi di legge. Agli stessi, alla data odierna, vengono vietate le ferie, per come comunicatoci da alcuni di loro, perchè altrimenti si causerebbe l’interruzione di un pubblico servizio.

         Oggi ci troviamo a pagare un costo del servizio di oltre sei milioni di euro, in gran parte eredità della inadeguatezza del passato, sia in materia di gestione del servizio che  in materia di controllo delle amministrazioni che ci hanno preceduto. Questo esecutivo ha chiesto ai propri uffici di  verificare tutti i disservizi lamentati per rappresentarli nelle sedi opportune a difesa degli interessi della collettività>>. 

 

 

 

 

 

 

[ Dai la tua opinione su questo argomento ]

 

 

 

invia l'articolo via email

versione stampabile

proponi un tuo articolo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

>> tutti gli eventi

 

 

 

iscriviti per essere aggiornato
con IlLicatese.it

 

 

 

 

 

 

 

 

IlLicatese.it - Il portale dei cittadini di Licata
Blog informativo gestito in via indipendente da volontari e gruppi di associazioni nell'area licatese