progetto | avvertenze | scrivici | primapagina | forum dei cittadini | rss |

IlLicatese.it - informazione e approfondimento per Licata

gio, 15 novembre


 
>> ricerca avanzata
cerca:

 


-Opera lirica madame Butte..
-BLS2..
-BLS4..

>> tutti i video

 

 

 

l'hosting web fornito da

Aruba.it

 

il progetto 

avvertenze 

collabora con noi 

scrivici 

primapagina 

rss 

archivio/cerca 

forum dei cittadini 

pubblicità 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
notizie locali >> articolo

invia stampa

Comune di Licata:tutti a casa

di La Redazione, 28.07.2014

 

La lettera scritta dal Sindaco Angelo Balsamo da sola poteva essere esaustiva dello stato d’animo che ognuno di noi,  protagonista di questa bella e importante esperienza,  possa avere.

E’ un’esperienza da conservare e da vivere fino all’ultima ora.

Quando un’esperienza volge al termine è tempo di bilanci. Non vorrei limitarmi ad una mera elencazione delle attività svolte, bensì vorrei raccontare con il cuore questa esperienza.

Amministrare è sicuramente difficile ed impegnativo, ma l’entusiasmo, la passione, la determinazione ci hanno aiutato nelle nostre azioni quotidiane. All’atto del nostro insediamento abbiamo trovato una situazione finanziaria critica. Ci siamo messi al lavoro per intraprendere quel percorso di risanamento economico, al fine di condurre l’ente fuori da tutte quelle criticità rilevate puntualmente dalla corte dei conti. Abbiamo dato copertura finanziaria a debiti pregressi per circa 4 milioni di euro. (2.350.000 € ultima rata del dfb Saiseb in data 08/11/2013; dal 12/06/2013, in competenza , è stata data copertura a debiti per € 818.500,00; nell’anno 2014 è stata data copertura a debiti per € 623.180,00).

Oggi, viene attestato un debito dell’Ente per complessivi € 3.224.314,89,

Questo il quadro della situazione in cui abbiamo operato. Ma non ci siamo persi d’animo. Abbiamo continuato a sognare, ad accarezzare l’idea del cambiamento chiesta a gran voce da questa città. Un gruppo al lavoro, sindaco, giunta, consiglieri comunali, cittadini, associazioni tutte, per inseguire quella speranza che mai abbiamo perso di vista, men che meno oggi.

Ed allora subito al lavoro, per valorizzare e riorganizzare l’unica risorsa esistente all’interno dell’ente, quella umana, Si è dato vita alla più grande riorganizzazione del personale nella storia dell’ente, che ha visto il suo apice nell’istituzione della squadra unica di manutenzione. Si iniziano a rattoppare le buche, tinteggiare le ringhiere, ripulire la piscina comunale, restituire ai cittadini la villa comunale regina Elena chiusa da diverso tempo, riaprire i siti storici di maggiore interesse  (Tholos, Grangela, Pozzo Gradiglia), si appronta in pochi giorni un programma per l’estate licatese, manifestazioni per la celebrazione del 70° anniversario dello sbarco alleato a Licata e con le poche risorse a disposizione si incomincia a costruire. Il 10 Luglio arriva nella nostra città una colonna di automezzi storici per celebrare lo Sbarco Alleato. Phil Stern inaugura l’apertura dei rifugi antiaerei. C’è fermento. Circo di strada, sfilata di moda, notte bianca celebrazioni in onore del Santo Patrono e così via. Si inizia a pensare ad un evento che possa esaltare le doti del nostro territorio, un evento che negli anni possa affermarsi se non superare ad esempio il “cous cous festival di San Vito Lo Capo”, ed allora da un’intuizione di Massimo, tutti al lavoro per unire le principali risorse di Licata, Il mare e l’enogastronomia, nasce la prima edizione di Licata tra vele e sapori. Un rilancio positivo dell’immagine della città su testate giornalistiche nazionali, regionali e sull’emittente televisiva Sky. Nel frattempo a lavoro tutto il personale negli uffici per non fare perdere all’ente alcuna opportunità di reperire finanziamenti. Vengono presentati decine di progetti per l’ammodernamento e la ristrutturazione degli edifici scolastici. Si inizia la contestazione dei servizi, fino a quel momento non resi da Girgenti acque e dalla Dedalo Ambiente. Si incomincia ad attenzionare il problema dell’eccessiva spesa sociale dell’Ente, al fine di trovare le giuste soluzioni. Con riferimento al servizio “ricovero disabili mentali”, premesso che il costo del servizio di ricovero mensile è solo in parte a carico della Regione, ed il resto totalmente a carico dell'Ente Comune, sono state effettuate azioni di accertamento e recupero somme. Considerate che il ricovero di un disabile mentale o di un minore in struttura costa circa 2.500 € al mese all’ente. Si inizia ad attingere a finanziamenti regionali PAC (Piani di azione coesione) e vengono approvati progetti  per circa 490.000 € per i servizi di cura agli anziani, e circa 450.000 € per i servizi di cura all’infanzia, con una parte dei quali si decide di recuperare l’asilo nido Sant,’angelo sito in via Gela e chiuso da diversi anni perché non si trovavano i soldi per manutenzionarlo.

Si avvia la rimodulazione del piano di zona e si inizia la programmazione di quello 2013/2015 del distretto socio sanitario d5 per intercettare i fondi regionali per fornire servizi socio assistenziali. Insomma se dovessi rappresentarlo con una metafora…agricola... Abbiamo preso possesso di un appezzamento di terreno, di cui siamo innamorati, dalle mille potenzialità, ma improduttivo perché infestato da erbacce. Per prima cosa abbiamo ripulito dalle erbacce il fondo agricolo e poi siamo passati  al lavoro per iniziare a concimare per la semina.

Si avviano le attività culturali. Il teatro Re inizia ad essere reso fruibile e vissuto dalle associazioni. Si lavora su più fronti alacremente e consapevoli che dal sacrificio e dall’impegno possano venir fuori i risultati. Si va verso l’approvazione del bilancio tra mille difficoltà e criticità, ma ecco venir fuori quella voglia di riscatto e quella voglia di vivere che percepiamo in città. Il Sindaco afferma: che ne pensate della pista di pattinaggio su ghiaccio a Licata? Un po’ di scetticismo e qualche sguardo esterrefatto, e nuovamente di corsa per inseguire e regalare un piccolo sogno alla città. Servono i soldi. Come si fa? Risposta: gli sponsor; allora tutti in giro a cercare piccoli contributi per questa realizzazione. E lì abbiamo compreso che quel piccolo sogno sarebbe diventato realtà. Cittadini ed attività commerciali entusiasti e pronti a dare il proprio contributo. Non ci si ferma.

Si lavora per restituire alla legalità gli immobili abusivi acquisiti al patrimonio comunale; si lavora per l’ammodernamento delle infrastrutture tecnologiche ed informatiche all’interno dell’ente; vengono ripristinati i rilevatori di presenza ed acquistate nuove telecamere per la videosorveglianza. si lotta per l’ospedale e per il mantenimento del punto nascita; si va a Palermo per depositare progetti all’Anas per l’ammodernamento del tratto viario della ss 115.

E ancora… Capodanno in piazza? Ma si. Una serata splendida, divertente e piacevole, tra le vie del nostro centro storico. (Tassa di soggiorno) servizio di refezione

Intanto la semina inizia a dare i primi frutti. Arriva il finanziamento di 500.000 euro per la scuola Quasimodo. Vengono predisposti i primi progetti per avviare la manutenzione di strade ed immobili comunali.

Il 14 Gennaio il Sindaco non è più con noi al lavoro. Il progetto e le idee ci sono ancora però. E la forza per portarle avanti? C’è l’aveva già trasmessa il nostro Sindaco. Ed allora avanti, determinati a fare le cose, per continuare a seminare e riprendere a raccogliere.

Viene avviato  al servizio centrale credito e welfare il progetto “home care premium”, per fornire assistenza domiciliare agli anziani; viene avviato il progetto per la formazione dei dipendenti comunali.

Si va a Palermo, per incontrare i vertici di Rfi e ferrovie dello Stato per il recupero delle aree che insistono a ridosso del nostro centro storico e per chiedere l’ammodernamento delle tratte ferroviarie.

Si recupera l’entusiasmo per dar vita alle manifestazioni carnevalesche. E di nuovo tutti insieme giunta, consiglieri comunali, associazioni scuole e cittadini per ridare ai più piccoli e non solo la possibilità di scendere in piazza o alla villa comunale per trascorrere momenti di spensieratezza.

Arriva il finanziamento per la realizzazione di un infopoint turistico in viale XXIV maggio per un importo pari a circa 98.000 euro. Si gioisce per un istante e poi subito al lavoro per continuare a reperire finanziamenti PAES e GAC (gruppo di azione costiera).

Ci si organizza per restituire ordine e legalità alla nostra bellissima fiera di maggio. Tra l’incredulità di alcuni funzionari procediamo con l’acquisto degli stand per la realizzazione della fiera. Si vivono momenti di tensione. Tra minacce velate ed incontri con gli operatori del settore arriviamo a fine Aprile con poche prenotazioni di stand. Ma siamo convinti che la fiera si farà. Ed allora inizia il montaggio degli stand. Arrivano le prenotazioni. Ad un giorno dalla fiera ci ritroviamo impreparati a gestire una situazione che rischia di scappare di mano. Insieme ad alcuni dipendenti e funzionari anche la notte al lavoro. Iniziamo a rilasciare i primi pass. Si rivivono momenti di tensione. Al ns. fianco le forze di polizia per cercare di garantire l’ordine. E’ notte fonda. Forse ce l’abbiamo fatta. Si verifica qualche disguido con l’occupazione abusiva di alcuni stand e lì raccogliamo una delle poche delusioni. Non aver garantito coloro i quali hanno pagato entro i termini .Ci scusiamo.

Serate splendide in onore del ns. Santo Patrono (si inaugura il terzo cero). Il 6 maggio il concerto dei Tinturia in Piazza Progresso. Migliaia di persone “invadono” la nostra città. E’ una gioia immensa.

Si avviano i primi lavori di manutenzione. Continua l’attività della giunta per la redazione del Piano di intervento per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani. Consapevoli che l’attuale gestione del servizio è una gestione fallimentare e costa all’ente circa 6 milioni e 100 mila euro l’anno, si impartiscono le linee guida per avviare un serio processo di cambiamento. Parola d’ordine: Raccolta differenziata. Convinti che riducendo il conferimento in discarica, si realizza una effettiva diminuzione del costo del servizio a fronte di un incremento qualitativo dello stesso servizio.

Viene sbloccato il finanziamento per la realizzazione della segnaletica turistica in città. Con i proventi contravvenzionali, fondi della polizia municipale destinati al miglioramento della viabilità stradale, si avviano le procedure per la realizzazione dei primi due anelli di pista ciclabile in città.

Si continua imperterriti a credere nelle risorse di questa città. Ed allora… rilancio del centro storico. La Banca Sant’Angelo coinvolta in questo progetto mette a disposizione un plafond di 2 milioni e 400 mila euro per la concessione di finanziamenti.

Si lavora alla seconda edizione di Licata tra vele e sapori

Entrano nel vivo i lavori di manutenzione. Vengono rifatti circa 30.000 mq di manto stradale in città e fuori dal centro urbano. Cito alcune zone interessate dagli interventi di rifacimento del manto stradale (Via Palma, Via Fontanelle, Via Campobello, Corso Serrovira, Via Dalla Chiesa, Via Nazario Sauro, Via Marianello). Si iniziano gli interventi di manutenzione nelle zone balneari (eliminazione frane e rifacimento manto stradale)

Vengono manutenzionati circa 3000 corpi illuminanti , vengono ripristinate le torri faro all’ingresso della città.

Iniziano i lavori di manutenzione straordinaria nelle scuole.

La squadra unica di manutenzione viene dotata di 6 nuovi mezzi, alcuni dei quali permetteranno di non esternalizzare più servizi.

Iniziano i lavori alla villa comunale Regina Elena, il rifacimento dei servizi igienici e l’eliminazione delle ringhiere, insieme al potenziamento dell’illuminazione e l’installazione di telecamere per la videosorveglianza.

Consegniamo alla città un cantiere. (nei prossimi giorni partiranno altri sette accordi quadro per la manutenzione di immobili comunali, sistemazione di strade rurali, rifacimento di tratti di condotte per le acque bianche, verrà illuminato il Castel Sant’Angelo, verrà installata la segnaletica verticale e rifatta quella orizzontale nei quartieri Fondachello-Playa, Villaggio Agricolo, via Palma e centro urbano). Verranno installati nuovi corpi illuminanti e verranno manutenzionate e piantumate le aiuole di ingresso alla città e gli spazi interni alla città.

E’ stata chiesta la rinegoziazione del contratto in essere con la società di riscossione tributi (Engeenering s.p.a.).

Riduzione della pressione fiscale. Le condizioni economiche e le misure correttive adottate chieste dalla corte dei conti non ci hanno permesso di dare segnali in tal senso .Era uno degli obiettivi a breve termine.

Avrò sicuramente dimenticato tante cose e per questo forniremo a tutti i giornalisti un resoconto di quanto abbiamo fatto. Le foto, che parlano, di luoghi dove fino a ieri c’era il disastro e che oggi sono fruibili. 

Ringrazio tutte le forze politiche di maggioranza e di opposizione che hanno dimostrato attenzione per la città e ci hanno aiutato nel nostro difficile cammino.

 

I finanziamenti ottenuti in questi mesi sono figli di una progettazione forte e di un impegno competente e costante.

Non c’è stato un solo settore dell’amministrazione pubblica di Licata in cui non siamo intervenuti con tutte le nostre forze. 

La nostra soddisfazione è leggere sui social network i commenti di persone che sono venute nella nostra città per la prima volta e che hanno avuto un’impressione molto positiva. O quelle di licatesi che tornati nella loro terra hanno visto i segnali forti, inequivocabili, del cambiamento. Abbiamo letto anche le critiche, di alcune abbiamo fatto tesoro nel nostro lavoro quotidiano. Poi abbiamo letto accuse infondate e ridicole a cui rispondiamo con i fatti, le immagini.

Spero non l’abbia a male ma vorrei citare in conclusione un post di elio arnone:

Certo che noi cittadini di Licata siamo eterni brontoloni incontentabili!
Non ce ne va mai bene una.
Qualsiasi cosa faccia l'Amministrazione comunale noi siamo lì, con i fucili puntati, pronti a sparare a zero. 
C'è qualcuno poi che lo fa sempre. Anche qui, su FacebooK...
Tutti i giorni. 
A scatola chiusa. 
A prescindere...
Eppure l'Amministratore, prima di operare una scelta, riflette, studia i problemi, approfondisce. 
Chi critica, invece, ha fretta, deve demolire anticipando tutti. E per raggiungere il suo primato quasi sempre si limita a guardare i provvedimenti in superficie, senza conoscerli davvero nè approfondendoli il giusto. 
A volte, anzi spesso, sbagliando.... 
Eppure basta analizzare le cose fatte per capire che questa Amministrazione ha una sua linea coerente ed originale che non finisce mai di stupire....
Voglio ricordare a tutti, e primo a me stesso, che in questi pochi mesi ci ha portato:

I L G H I A C C I O... D ' I N V E R N O !!!!

GLI OMBRELLI... D ' ESTATE !!!

I L C IC L O . . . .T U T T O L' A N N O !!!!

Noi siamo stati la giunta del fare. Noi abbiamo cercato in piena unità e armonia, grazie anche alla forza che ci veniva dal Consiglio Comunale e dai gruppi politici, di dare risposte concrete a problemi seri e che sembravano irrisolvibili.

Un ringraziamento di vero cuore ai dipendenti comunali, ai dipendenti dedalo ambiente ed ai funzionari che ci hanno accompagnato, sopportato e supportato in questa esperienza.

Un ringraziamento particolare a quegli uomini ed a quelle donne (contrattisti e lavoratori asu) che ci sono stati al fianco anche fuori dagli orari di lavoro. Il Sindaco lo ha ricordato nel suo messaggio affermando che la città di Licata non può fare a meno di stabilizzare i precari che ha in organico, essi sono una grande risorsa professionale ed umana”. Rammaricato per non essere riusciti ad oggi a dare una speranza concreta a questi lavoratori.

Ci sarebbe piaciuto continuare a lavorare. Realizzare tutti gli obiettivi tracciati nel programma del Sindaco Balsamo e che abbiamo scritto con buona parte della città.

Noi lavoreremo, come ho detto, fino all’ultimo giorno in cui saremo in Comune. E lo faremo come fosse il primo.

Massimo, Chiara, Carmelo, Salvo e Giusy, compagni unici in questa esperienza.

In questi 13 mesi credo si possano contare sulle dita di una mano i giorni in cui non ci siamo sentiti. Abbiamo trascorso giornate lunghe e spesso difficili ma insieme siamo stati forti. Orgoglioso di avere lavorato al vostro fianco.

Un pensiero ad Angelo Balsamo che ha avuto l’intuizione di creare un gruppo pieno di sane motivazioni ed al servizio della città. Mi spoglio delle vesti di amministratore e da cittadino ti dico grazie perchè hai dimostrato che nulla è impossibile, che volere è potere e soprattutto che i sogni possono diventare realtà.

La fine di questa esperienza non cancella l’amore per questa città.

COMUNICATO FINE MANDATO dell’ASSESSORE AL TURISMO, SPORT E SPETTACOLO:

DOTT. MASSIMO LICATA D’ANDREA

LA MIA ESPERIENZA DI AMMINISTRATORE DI QUESTA SPLENDIDA CITTA’ E’ FINITA. I SENTIMENTI CHE SI ACCAVALLANO SONO TANTI, DI PASSIONE, DI ENTUSIASMO, DI CONSAPEVOLEZZA E DI UN PO’ DI DELUSIONE E PAURA PER IL FUTURO.

QUESTA ESPERIENZA E’ STATA SICURAMENTE UNA ESPERIENZA EDIFICANTE, CHE PORTERO’ SEMPRE NEL CUORE.  HO VISTO PIAN PIANO LA MIA CITTA’ CAMBIARE, RIPRENDERE IN MANO IL PRPRIO DESTINO, IL PROPRIO CARATTERE, LA PROPRIA  ANIMA. HO VISTO ALCUNI DIRIGENTI, IMPIEGATI DEL  NOSTRO COMUNE, GIORNALISTI, CITTADINI, RAGAZZI, MAN MANO RITROVARE FIDUCIA, CARATTERE E GIOIA DI METTERSI IN GIOCO. MI HANNO COMMOSSO GLI ATTESTASTI DI STIMA E L’INCORAGGIAMENTO A PROCEDERE IN QUESTA DIREZIONE DA PARTE DI GENTE COMUNE, DI TANTI EMIGRATI CHE VIVONO FUORI DALLA CITTA’ E DI TANTISSIMI VISITATORI.

IL RISULTATO PIU’ BELLO, SECONDO ME, E’ QUELLO DI AVER CAPITO:

-          Che Licata puo’ diventare una citta’ turistica, perche’ ha una forte capacita’ attrattiva e  perche’  lo testimoniano le migliaia di persone che in questi mesi l’hanno frequentata e che l’anno trovata splendida.

-         - che si puo’ vivere di turismo e lo testimoniano le numerose frequentazioni in bar, pizzerie, ristoranti, b&b e alberghi della citta’;

-         che la macchina comunale e’ fatta di impiegati, dirigenti, capi ufficio, con grandi capacità (non tutti, naturalmente), con grande voglia di lavorare e capaci di cambiare pian piano il volto della citta’, dimostrando  di poter essere non solo utili ma addirittura il valore aggiunto di un progetto di cambiamento e crescita.

-         Che iniziative importanti a Licata si possono e si devono attivare e che ci sono associazioni e ragazzi capaci di saperne cogliere l’opportunità, se stimolati e guidati da un’amministrazione che si attiva a pianificare e a creare intese importanti con soggetti turistici, banche, commercianti, ecc..

 

o   Un esempio è  la riapertura dei siti del centro storico. Decolla la convenzione tra il Comune ed un’associazione locale, così riaprono alcuni dei principali monumenti cittadini. Da adesso e fino al 30 settembre (giorno in cui scadrà il contratto) la Grangela, la Tholos di via Marconi ed i rifugi antiaerei che si trovano nella stessa arteria, torneranno ad ospitare il pubblico.

o   La sottoscrizione di un importante protocollo d’intesa con la maggiore struttura ricettiva del territorio, il Serenusa Village, che permetterà, finalmente, grazie alla competenza ed operosità di una associazione locale, l’attivazione di un preciso tour turistico, studiato e pianificato nei particolari, all’interno della nostra città, ad un prezzo di soli 9 euro. Pertanto, già dalla prossima settimana inizieranno flussi turistici costanti verso la nostra città.

o   La realizzazione dei  primi due anelli di pista ciclabile cittadina, che inizia ad essere frequentata giorno dopo giorno da sempre più ciclisti e che solo l’inciviltà di chi vi parcheggia sopra o la mancanza di pronte sanzioni da parte delle forze deputate a ciò possono vanificare e distruggere.

o   L’acquisto, con i fondi della tassa di soggiorno, di un parco velocipedi assortito con bici, tandem e quadri cicli a pedale. Acquisto che permetterà, grazie sempre all’aiuto di operose associazioni di ragazzi, il decollo del primo servizio di noleggio Bici a Licata. L’assessorato al turismo ha indetto un bando di evidenza pubblica per individuare una associazione a cui assegnare il parco velocipedi acquistato con i fondi della tassa di soggiorno, per l’espletamento del servizio di noleggio bici  in favore di turisti e cittadini locali. Il bando scade fra pochi giorni e subito dopo si potrà procedere all’avvio dl servizio.

o   la creazione di un evento “LICATA TRA VELE E SAPORI”, che in due soli eventi è diventato un appuntamento di caratura regionale e, per quanto riguarda la vela, visto la probabile scelta, da parte delle massime autorita’ della vela d’italia, della citta’ di licata come sede del campionato italiano di vela, nazionale/internazionale. un evento quello messo a punto che puo’ diventare un appuntamento capace di creare ritorni economici e di immagine molto importanti, sia al settore della eno-gastronomia e sia al settore del diporto e di tutta la sea economy. Vi assicuro che non avrei mollato fino a quando la nostra citta’, in forza ad un marina di primissimo livello ed in forza ad uno dei migliori campi di regata, non fosse stata scelta come sede di un evento di vela di caratura mondiale.

Mi resta il rammarico di non aver potuto vedere attivato il progetto più importante per la nostra città. Progetto già in lavorazione da circa 6 mesi e che ha visto la collaborazione di tutta l’amministrazione e alcuni dei dirigenti ed impiegati più preparatI e più motivatI del nostro Comune. Sto parlando del progetto di rilancio del centro storico, già in fase avanzata di realizzazione, e che prevede l’apertura di circa 60/70 attività concentrate in una parte del centro storico, in un’area ristretta, proprio per creare quell’effetto attrattivo forte e di impatto che diventerebbe motore di un effetto domino per  un rilancio turistico e commerciale dell’intera città.  Ringrazio a tal proposito tutti quei soggetti privati, quale banche del territorio e grossi imprenditori che insieme alla amministrazione hanno creduto e credono nella riuscita di questo progetto, pronti a mettere a disposizione risorse finanziarie importanti.

Resto profondamente deluso dall’atteggiamento distruttivo e non collaborativo di persone che hanno criticato qualsiasi iniziativa non riuscendo a vedere nessuna luce all’orizzonte ed addirittura ignorando l’entusiasmo, gli apprezzamenti di tanti cittadini liberi, osservatori esterni e soprattutto visitatori e turisti, che in migliaia hanno conosciuto, apprezzato e sostenuto l’economia della nostra città.

Resto deluso da alcuni licatesi brontoloni, alcuni politicamente guidati ed alcuni anche titolari di attività commerciali in centro storico, capaci solo di auto referenziarsi ed incapaci invece di capire che se non cambiano la loro mentalità ed incomincino a misurarsi ed adeguarsi allo standard richiesto dal turista o da qualsiasi visitatore esterno sono e saranno un danno non solo per loro stessi ma anche per lo sviluppo dell’intera città. Molto spesso si tratta di persone piene di se, convinti di essere degli artigiani super star, ma invece incapaci di fare un sorriso al cliente e mettersi in gioco in occasione di manifestazioni ed eventi che li avrebbero dovuto vedere protagonisti della loro arte e della loro lungimiranza.

Resto deluso dalla replica di ieri di uno dei due commissari straordinari della dedalo ambiente, nella quale il commissario Lo brutto fa riferimento ad inadempienze del nostro comune come se volesse avvalorare l’assurda equazione, inadempienza del comune = servizio di pulizia pessimo. Ricordo che qualsiasi inadempienza del nostro comune, che comunque in questi mesi di nostra amministrazione ha assicurato regolari pagamenti, non giustifica alcuna interruzione di un servizio di pubblica utilità così importante e necessario. Semmai dovrebbe e dovremmo iniziare a ragionare su altre possibili equazioni e cioè: mancanza di un servizio adeguato nel comune di Licata = decurtazione di stipendio da parte dello stesso comune. Sono sicuro che se questa equazione potesse avere applicazione non ci troveremmo a dover elemosinare personale, mezzi e pulizia della nostra città. Prenda esempio da me che, da oggi e fino all’arrivo del commissario straordinario del comune di Licata, ho deciso di rinunciare al mio stipendio, in quanto non me la sento di percepirlo per firmare solo qualche atto indifferibile di giunta.

Ringrazio, invece, di vero cuore quegli artigiani, quei commercianti, i ragazzi delle tante associazioni, che hanno avuto il piacere e l’entusiasmo, senza se e senza ma, di essere presenti in quelle tantissime occasioni in cui la città si è aperta ad eventi e manifestazioni nuove che hanno richiamato migliaia di visitatori.

Nel mio ufficio in questi giorni ho ricevuto tante persone comuni, che hanno voluto personalmente farmi sentire la loro vicinanza e il loro apprezzamento, a queste persone ho detto e dico grazie di vero cuore.

Un grazie di cuore va all’amico Angelo Balsamo, con cui ho avuto un rapporto di sincera stima e fattiva collaborazione, al vice sindaco Angelo Cambiano, straordinario ragazzo capace, e a tutti gli splendidi compagni di viaggi della giunta.

Questa lettera è rivolta alle persone oneste, sincere e LIBERE di odio e di preconcetti ed è inviata da una persona lusingata e onorata di avere lavorato per questa splendida città e per i suoi cittadini, consapevole che questa esperienza è stata unica e resterà unica anche  nei mesi a seguire.

Licata, 02/08/2014                                                         Firmato Massimo Licata D’Andrea

                                                                                 Assessore Turismo, Sport e spettacolo

2)AUGURI DELL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE AL NEO PRESIDENTE DELL’ISMEA EZIO CASTIGLIONE

 

                   Intervenendo a titolo personale, nella qualità di delegato all’agricoltura, ed in rappresentanza dell’esecutivo, l’assessore Angelo Carmelo Sambito, ha espresso la soddisfazione della cittadinanza, per la nomina a presidente dell’Ismea – Istituto di Servizi per il mercato agricolo alimentare – del licatese Ezio Castiglione.

 

         La nomina è stata fatta dal Consiglio dei Ministri il 23 luglio scorso, su proposta del Ministro dell’Agricoltura.

 

<<Al dottore Castiglione – dichiara Sambito – vanno i nostri più sinceri auguri per la nomina ricevuta e di buon lavoro, nella certezza che saprà mettere a frutto tutta l’esperienza maturata nel tempo, per l’interesse dell’intero Paese e, siamo certo, anche con una particolare attenzione per le nostre aree>>. 

 

         L'ISMEA (Istituto di Servizi per il Mercato Agricolo Alimentare) – secondo quanto si legge sul sito dello stesso - è un ente pubblico economico istituito con l'accorpamento dell'Istituto per Studi, Ricerche e Informazioni sul Mercato Agricolo (già ISMEA) e della Cassa per la Formazione della Proprietà Contadina, con decreto legislativo 29 ottobre 1999 n. 419, concernente il "riordinamento del sistema degli enti pubblici nazionali".

         Nell'ambito delle sue funzioni istituzionali l'ISMEA, anche attraverso società controllate, realizza servizi informativi, assicurativi e finanziari e costituisce forme di garanzia creditizia e finanziaria per le imprese agricole e le loro forme associate, al fine di favorire l'informazione e la trasparenza dei mercati, agevolare il rapporto con il sistema bancario e assicurativo, favorire la competitività aziendale e ridurre i rischi inerenti alle attività produttive e di mercato.

         L'ISMEA affianca le Regioni nelle attività di riordino fondiario, attraverso la formazione e l'ampliamento della proprietà agricola, e favorisce il ricambio generazionale in agricoltura in base ad uno specifico regime di aiuto approvato dalla Commissione europea.

 

 

3)CONFERENZA STAMPA DI FINE MANDATO

RESOCONTO

 

        

         Come programmato, si è tenuto stamani la conferenza stampa di fine mandato, presieduta dal Vice Sindaco, Angelo cambiano ed alla quale hanno partecipato anche tutti i componenti della Giunta in carica, cioè a dire gli assessori Carmelo Sambito,  Salvatore La Carrubba, Chiara Cosentino, Massimo Licata D’Andrea e Giusy Marotta.

 

         La conferenza si è aperta con la lettura di un lungo documento riepilogativo, ad opera del Vice Sindaco (vedi allegato A), alla quale è seguita la lettura di una nota dell’assess, al turismo Massimo Licata D’Andrea (allegato B).

 

         Poi, a turno, è stata la volta di tutti gli altri assessori ad intervenire che hanno così potuto soffermarsi su alcuni particolari.

 

 

4)PASSA IN CONSIGLIO COMUNALE LA PROPOSTA FATTA DALLA COLDIRETTI SU INNALZAMENTO CONTENUTO DI SUCCO DI FRUTTO NELLE BIBITE

 

           

            Nella serata di ieri, dopo l’ampia pagina dedicata alle dimissioni del Sindaco Angelo Balsamo, presentate in aula attraverso il suo vice Angelo Cambiano,  il Consiglio comunale, guidato dal presidente Saverio Platamone, è passato alla trattazione degli argomenti inseriti all’ordine del giorno di cui all’avviso di convocazione dei giorni scorsi.

 

            Dopo aver bruciato immediatamente il primo appello, la seduta ha avuto inizio poco dopo le ore 20,00 in secondo appello, con la lettura ed approvazione dei verbali della seduta precedente, avvenuta con 15 voti a favore, 3 astenuti e 12 consiglieri assenti.

 

            Quindi, il Civico consesso, all’unanimità di voti espressi dai presenti, 16 su 16, e l’assenza di 14 consiglieri comunali, ha approvato il secondo punto posto all’ordine del giorno avente per oggetto: “Innalzamento del contenuto di succo di frutta nelle bibite e succhi, a tutela del Made in Italy”.

 

            Si tratta di un argomento proposto dalla Federazione Nazionale Coldiretti finalizzata alla condivisione con enti locali, province e regioni per sollecitare i produttori ad eseguire l’innalzamento del contenuto di succo di frutta nelle bibite analcoliche, vendute con il nome di “frutta di succo”, a tutela del Made In Italy agroalimentare, della trasparenza delle etichettature e della equità delle filiere.

 

            Dopo l’approvazione della proposta si è passata alla votazione per dichiarare l’atto immediatamente esecutivo, e poichè è venuto a mancare il numero legale (15 consiglieri presenti su 30), il Presidente, a norma di regolamento, ha aggiornato la seduta a lunedì, 28 luglio, alle ore 19,00, per la prosecuzione dei lavori.

 

 

 

[ Dai la tua opinione su questo argomento ]

 

 

 

invia l'articolo via email

versione stampabile

proponi un tuo articolo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

>> tutti gli eventi

 

 

 

iscriviti per essere aggiornato
con IlLicatese.it

 

 

 

 

 

 

 

 

IlLicatese.it - Il portale dei cittadini di Licata
Blog informativo gestito in via indipendente da volontari e gruppi di associazioni nell'area licatese