progetto | avvertenze | scrivici | primapagina | forum dei cittadini | rss |

IlLicatese.it - informazione e approfondimento per Licata

merc, 14 novembre


 
>> ricerca avanzata
cerca:

 


-Opera lirica madame Butte..
-BLS2..
-BLS4..

>> tutti i video

 

 

 

l'hosting web fornito da

Aruba.it

 

il progetto 

avvertenze 

collabora con noi 

scrivici 

primapagina 

rss 

archivio/cerca 

forum dei cittadini 

pubblicità 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
notizie locali >> articolo

invia stampa

Iil Comune informa

di Francesco Morello, 20.08.2014

 

1)PRECISAZIONE DELLA GIUNTA IN MERITO A QUANTO RIPORTATO DA ORGANI DI STAMPA SU PROGETTO OFFSHORE IBLEO

 

            Con riferimento a notizie di stampa pubblicate in data odierna dal Giornale di Sicilia, nelle quali si afferma che “la giunta  malgrado si sia schierata pubblicamente contro il progetto (offshore ibleo) non abbia fatto nulla” , interviene il vice sindaco Angelo Cambiano, per precisare che  tale notizia non corrisponde a verità. Infatti, l’esecutivo, in data 11 agosto scorso, dopo aver predisposto gli atti all’uopo necessari, con deliberazione n° 136, ha aderito “a tutte le iniziative portate avanti da Greenpeace – si legge testualmente nell’atto – e pertanto chiede un immediato intervento da parte del Governo Nazionale affinchè venga rivisto il Decreto V.I.A. n° 149/14 per il progetto presentato dall’ENI valutandone i rischi ambientali e gli impatti socio – economici al fine di tutelare il mare del Canale di Sicilia, per le sue risorse e per le comunità della costa licatese>>.

            Ed ancora, la Giunta, con il citato atto deliberativo: “Manifesta il proprio fermo dissenso nei confronti di  iniziative analoghe connesse o conseguenziali che a qualunque titolo intendessero realizzare nel mare antistante l’intero litorale Agrigentino, giacchè ritenute altamente lesive dell’economia turistica, dell’attività di pesca e dannose sotto il profilo ambientale e geologico”.

            Da ciò la precisazione del Vice Sindaco Angelo Cambiano a nome dell’Amministrazione comunale che, contrariamente a quanto affermato dagli attivisti del comitato <<No Triv>>, ha mantenuto appieno gli impegni assunti con la cittadinanza a difesa dei propri diritti ed interessi collettivi.  

2)“LicataAutori 2014”, venerdì 22 agosto la seconda serata con Daniela Spalanca, Antonella Cava,Mariangela Fornari e Giovanni Marinetti

 

            Si concluderà, con la seconda ed ultima serata venerdì 22 agosto, l’evento “LicataAutori 2014”, programmato dall’Amministrazione comunale uscente su iniziativa dell’assessore Cultura Giusy Marotta. Dopo lo straordinario successo della prima serata lo scorso primo agosto che ha visto la partecipazione di Carmelo Sardo, Angelo Vecchio e Carlo Barbieri,  venerdì 22 agosto, con inizio alle ore 21,30, presso il chiostro della Badia,  invece sarà la volta di Daniela Spalanca, giornalista, scrittrice e autrice del libro “Donne allo specchio” (Libridine Edizioni), Antonella Cava, sociologa, docente di Media Studies Università di Messina e autrice del libro “Noir Tv” (Franco Angeli), Mariangela Fornari, insegnante e poetessa, autrice del libro “In liberi Versi” ( Il Vicolo Editore), Giovanni Marinetti, giornalista e autore televisivo. Nel secondo appuntamento si parlerà di donne e società, violenza sulle donne e di casi di cronaca che diventano noir televisivi.

            Il coordinamento scientifico e la conduzione delle serate è affidata a Francesco Pira, sociologo e giornalista, docente di comunicazione all’Università di Messina. Discussant saranno nella seconda serata: Floriana Costanzo, docente di letteratura italiana e Nuccio Peritore, psicoterapeuta. E’ prevista la partecipazione del poeta dialettale Lorenzo Peritore. Lettura e interpretazioni dei brani tratti dai libri saranno a cura degli attori : Daniela Mulè ed Enzo Minaldi.

            Ci auguriamo – ha dichiarato il Coordinatore Scientifico dell’evento Francesco Pira – che così come è accaduto per la prima serata anche nella seconda il pubblico possa con la sua presenza numerosa darci testimonianza culturale forte nella nostra Licata. Anche nella seconda serata gli ospiti saranno di altissimo livello e le opere che proporranno sono state già molto apprezzate”.

Daniela Spalanca presenta il libro “Donne allo specchio” che ha la prefazione della giornalista della Rai Federica Sciarelli e narra sei storie di donne ora vittime di soprusi e malversazioni, ora vincenti – come sottolinea la stessa autrice – anche quando sbagliano, comunque solenni quando sanno rialzarsi.

            Un saggio sociologico è quello di Antonella Cava intitolato “Noir Tv” dove spiega come la cronaca nera diventa un format televisivo, con la ripetizione di storie, a volte terribili che negli ultimi anni riempiono i teleschermi italiani.

            E a cavallo tra questi due punti di vista, quello sociologico supportato della ricerca e quello della narrazione intelligente di una giornalista sul campo si inserirà l’autore televisivo, Giovanni Marinetti, che in tv ha lavorato a grandi format televisivi.

            Ma non mancherà un particolare angolo dedicato alla donna attraverso la poesia ed un punto di vista particolare, quello di chi scrive versi. Ospite della serata anche Mariangela Fornari, già conosciuta per il suo contributo sempre affidato alla poesia in “Autori in Piazzetta”. Insegnante di Cesena presenta la sua opera prima “Liberi Versi” (introduzione di Gianfranco Laurentano e postfazione di Francesco Pira). Nel suo libro affronta vari temi e la stessa autrice confessa : “La poesia nasce con l’uomo. Nel mio caso è stata probabilmente un rifugio, talvolta una culla, forse adesso, con questo libro un approdo”.

 

3)NUOVO INTERVENTO DEL VICE SINDACO A PROPOSITO DELLA REVOCA DEL FINANZIAMENTO  PER LA REALIZZAZIONE DELL’AREA POLIFUNZIONALE DI VIA SALSO

 

            A seguito del recente intervento registrato ad opera dell’ex assessore Salvatore Avanzato, in merito ala vicenda legata alla perdita del finanziamento di circa sei milioni di euro destinato alla realizzazione dell’area polifunzionale di via Salso,  il Vice Sindaco Angelo Cambiano ha rilasciato le seguenti dichiarazioni:

            << È vergognoso assistere agli interventi di alcuni componenti del direttivo locale di Forza Italia composto in gran parte da ex amministratori della Giunta Graci, i quali, forse,  in cerca di visibilità in vista dell’imminente campagna elettorale, lanciano accuse a destra e a manca, giusto per cercare di ingenerare confusione e caos.

            Sulla revoca del finanziamento per l’area polifunzionale di via Salso, è doveroso constatare con quanta superficialità intervenga l’ex assessore al bilancio Salvatore Avanzato, dimenticandosi volutamente di ricordare chele criticità rilevate dall'Ufficio del Genio Civile di Agrigento afferiscono alla procedura aperta per l'aggiudicazione dei lavori per la quale non è stato garantito un adeguato grado di pubblicità e trasparenza, richiesto per tutti gli appalti dalla normativa vigente ed inoltre ulteriori criticità sono state rilevate anche sulla procedura di aggiudicazione del servizio di Direzione lavori per le quali si era già espresso il "Consiglio Nazionale degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori" con nota n. 1012 del 22/10/2012”.

            La procedura inizia con la pubblicazione del bando il 15 Giugno 2012 e termina con la consegna dei lavori l’8 Aprile 2013. Dell’amministrazione in carica, in quel periodo presieduta dal Sindaco Angelo Graci faceva parte il Sig. Salvatore Avanzato e il RUP (Responsabile unico del procedimento) al quale sono state notificate tutte le criticità rilevate è l’ Arch. Maurizio Falzone, all’epoca dirigente Lavori Pubblici e Finanze del Comune di Licata.

            Improvvisamente è iniziata la campagna elettorale  - prosegue il rappresentante dell’Amministrazione comunale - ed allora politici e politicanti si ergono a paladini della giustizia cercando di scrollarsi di dosso le gravi responsabilità contestate dall’Assessorato Regionale.

            Se bene avevano seminato lor signori, come predicano, dovevamo raccogliere i frutti non le notifiche di revoca dei finanziamenti. Ma i cittadini non sono sprovveduti ed a loro interessano poco i titoli dei giornali o lo scarica barile a cui si presta il vecchio modo di fare politica. Ai cittadini interessa solamente, non pagare per colpe o deficienze attribuibili a procedure presumibilmente viziate e all’incoscienza di persone poco accorte.

            E’ stata l’amministrazione Balsamo  - sottolinea, concludendo la sua replica il vice sindaco Cambiano - che si è adoperata in ogni modo ed in ogni luogo per cercare di salvare questo benedetto finanziamento di circa 6 mln di euro.  Ed ancora, il decreto di revoca, non mette la parola fine a questa vicenda. Difatti è stato immediatamente contestato il provvedimento di revoca e rimaniamo in attesa di riscontro da parte dell’Assessorato regionale.

            Siamo già stati noi pubblicamente a chiedere e pretendere chiarezza sulla vicenda da parte delle istituzioni competenti>>.

 

 

4)A BREVE IL COMUNE DI LICATA POTRA’ LASCIARE LA DEDALO AMBIENTE

 

           

            Il Comune di Licata a breve potrà lasciare la Dedalo Ambiente Spa, per gestire, così come suggerito dalla Regione Siciliana,  il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani secondo il piano in fase di elaborazione ed approvazione,  che prevede l’affidamento ad un’impresa privata nel rispetto delle procedure previste dalla legge, e con l’obiettivo principale di  dare vita ad un miglioramento dello stesso con conseguente  abbattimento dei costi.

            Un progetto in tal senso è stato avviato dall’Amministrazione comunale uscente, in applicazione di quanto previsto dall’art. 5 – comma 2 ter - della legge regionale  n° 9 dell’8 aprile   2010 “ ed in esecuzione della direttiva n° 1290 del 23 maggio 2013, in materia di gestione integrata dei rifiuti, emanata dall’Assessorato Regionale dell’Energia e dei Servizi di Pubblica Utilità. 

            <<Per come dimostrato dai fatti – spiega il vice sindaco Angelo Cambiano – la gestione del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani portata  avanti dalla Società d’Ambito Dedalo Ambiente , è da ritenere fallimentare sotto ogni punto di vista: da un lato con il passare del tempo abbiamo registrato un continuo aumento dei costi di gestione, sino a produrre debiti per il nostro comuni per circa undici milioni di euro che il Comune è stato costretto a pagare con enormi sacrifici  sia della classe dirigente dell’ente che dell’intera cittadinanza, e dall’altro abbiamo invece, un servizio sempre piuttosto carente, per il non mancato rispetto di tutte le clausole previste dalla vigente convenzione stipulata tra il Comune e la Dedalo Ambiente. 

            Da ciò il nostro intendimento di avviare l’iter per passare dal servizio d’ambito alla gestione diretta tramite la creazione del cosiddetto ARO – Area di Raccolta Ottimale – che prevede la perimetrazione territoriale del servizio pari a quella del nostro territorio comunale. E nell’ambito dell’organizzazione del servizio, l’obiettivo è quello i passare ad un sensibile abbattimento dei costi mediante un incremento della differenziata, passando dall’attuale percentuale del  7% al 27% in sei mesi, per un massimo, alla luce delle previsioni attuali, del 47%  in  quattro anni. Ciò significa abbattere sensibilmente i costi di conferimento nelle pubbliche discariche e rendere un servizio qualitativamente di gran lunga migliore sia alla cittadinanza, che anche a tutela dell’ambiente>>.

            In quanto alla gestione del servizio, secondo il piano in fase di elaborazione ed approvazione, così come suggerito anche dalla stessa Regione Siciliana, si punta all’affidamento ad un’impresa privata nel rispetto delle procedure previste dalla legge.  

 

 

 

 

[ Dai la tua opinione su questo argomento ]

 

 

 

invia l'articolo via email

versione stampabile

proponi un tuo articolo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

>> tutti gli eventi

 

 

 

iscriviti per essere aggiornato
con IlLicatese.it

 

 

 

 

 

 

 

 

IlLicatese.it - Il portale dei cittadini di Licata
Blog informativo gestito in via indipendente da volontari e gruppi di associazioni nell'area licatese