progetto | avvertenze | scrivici | primapagina | forum dei cittadini | rss |

IlLicatese.it - informazione e approfondimento per Licata

merc, 14 novembre


 
>> ricerca avanzata
cerca:

 


-Opera lirica madame Butte..
-BLS2..
-BLS4..

>> tutti i video

 

 

 

l'hosting web fornito da

Aruba.it

 

il progetto 

avvertenze 

collabora con noi 

scrivici 

primapagina 

rss 

archivio/cerca 

forum dei cittadini 

pubblicità 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
notizie locali >> articolo

invia stampa

Il Comune informa

di Francesco Morello, 10.09.2014

 

1)IL CONSIGLIO COMUNALE APPROVA IL REGOLAMENTO TASI E NE DETERMINA L’ALIQUOTA

 

                 

             Contrariamente a quanto precedentemente proposto dall’Amministrazione,  il Consiglio Comunale, nella seduta di prosecuzione tenutasi ieri sera ha determinato l’aliquota Tasi da applicare nel territorio comunale di Licata in ragione del 2,3 per mille al cospetto del 2,5per mille.

 

         La decisione è stata adottata dopo che lo stesso Consesso, riunitosi sotto la guida del presidente Saverio Platamone, e l’assistenza del segretario generale, Giuseppe Vella, ha approvato un emendamento proposto dalla competente commissione consiliare che ha consentito di estrapolare dal più vasto regolamento  per la disciplina dell’IUC (Imposta Unica Comunale) la parte della TASI, in modo da provvedere agli adempimenti di legge e rispettare i termini di pubblicazione dell’atto sul sito del Ministero delle Finanze  fissati per domani 10 settembre.

 

         Sempre in merito alla Tasi, il Consiglio comunale ha anche approvato altri emendamenti, mentre l’esame della rimanente  parte del regolamento IUC è stata inviata ad altra data.

 

         In quanto all’ottavo ed ultimo punto posto all’o.d.g., (determinazione, modalità, scadenze e numero di rate per il versamento in acconto della TARI per l’anno 2014,  sempre a seguito di emendamento proposto dalla Commissione consiliare finanze, ha approvato lo slittamento della scadenza della prima rata dal 15 al 30 settembre e, nelle more dell’approvazione del già citato regolamento IUC di applicare le tariffe Tarsu relative all’anno 2012.

3)RICORSO AL TAR CONTRO TRIVELLAZIONI

NOMUNA DIFENSORE

 

         Con una deliberazione adottata oggi assumendo i poteri della Giunta Municipale, il Commissario Straordinario, dott.  Dario Cartabellotta, ha adottato il provvedimento con il quale, in esecuzione di quanto precedentemente deliberato sia dall’esecutivo che dal Consiglio comunale, ha nominato il difensore che rappresenterà il Comune di Licata nel ricorso al Tar del Lazio contro il progetto di trivellazione denominato “OFFSHORE IBLEO”.

 

         Il legale designato è l’avv. Valentina Stefutti del foro di Roma, esperta in diritto ambientale, già incaricata da Greenpeace.

 

         Si tratta di un progetto presentato dall’Eni Spa per l’estrazione di idrocarburi al largo della costa di Licata, e sul quale il Ministero dell’Ambiente ha concluso la procedura di Valutazione di Impatto Ambientale (VIA).

 

         E’ noto che sull’argomento, prima la Giunta Municipale, con deliberazione n° 136 dell’11/8/2014, e successivamente il Consiglio comunale, con deliberazione n° 111 del 2/9/2014, hanno aderito alle iniziative avviate da Greenpeace ed al quale partecipano anche l’Anci Sicilia, TCI, l’Ente Regionale del Turismo Siciliano, WWF, AGCI Agrital Sicilia, Lega Coop Sicilia, Italia Nostra i Comuni di Ragusa, Scicli, Santa Croce Camarina e altri.

 

 

 

        

4)APPROVAZIONE PIANO DI AZIONE PER L’ENERGIA SOSTENIBILE (PAES)

 

         Il Commissario Straordinario, dott. Dario Cartabellotta, con l’invio della proposta al Presidente del Consiglio comunale perché l’esamini e l’approvi entro i termini previsti dalla vigente normativa, ha chiesto l’approvazione del Piano di Azione per l’Energia Sostenibile (PAES) della Città di Licata.

 

         Il PAES rientra nel più vasto programma adottato dall’Unione Europea, il 9 marzo 2007 con il documento “Energia per un mondo che cambia”, impegnandosi unilateralmente a ridurre le proprie emissioni di O” del 20% entro il 2020 aumentando nel contempo del 20% il livello di  efficienza energetica e del 20% la quota di utilizzo delle fonti di energia rinnovabile sul totale mix energetico.

 

         A seguito di ciò, il 10 febbraio 2009, il a Bruxelles, 400 città hanno firmato il Patto dei sindaci con l’impegno di superare l’obiettivo energetico del 20% nell’UE, in cooperazione con  la Commissione Europea e il Comitato delle Regioni.

 

         Il Comune di Licata, con deliberazione del Commissario Straordinario nominato il sostituzione del Consiglio comunale, il 21 marzo del 2012, ha dato la propria adesione al Covenant of Mayor – Patto dei Sindaci – per il miglioramento dell’efficienza energetica e dell’utilizzo delle fonti energetiche rinnovabili.

 

         Tale adesione ha impegnato il Comune ad assumere la responsabilità per la lotta al cambiamento climatico.

 

         Da ciò l’iniziativa del Commissario Cartabellotta e l’invio degli atti al Consiglio comunale per gli ulteriori adempimenti.

         Si tratta di un progetto presentato dall’Eni Spa per l’estrazione di idrocarburi al largo della costa di Licata, e sul quale il Ministero dell’Ambiente ha concluso la procedura di Valutazione di Impatto Ambientale (VIA).

 

         E’ noto che sull’argomento, prima la Giunta Municipale, con deliberazione n° 136 dell’11/8/2014, e successivamente il Consiglio comunale, con deliberazione n° 111 del 2/9/2014, hanno aderito alle iniziative avviate da Greenpeace ed al quale partecipano anche l’Anci Sicilia, TCI, l’Ente Regionale del Turismo Siciliano, WWF, AGCI Agrital Sicilia, Lega Coop Sicilia, Italia Nostra i Comuni di Ragusa, Scicli, Santa Croce Camarina e altri.

 

 

 

        

APPROVAZIONE PIANO DI AZIONE PER L’ENERGIA SOSTENIBILE (PAES)

 

         Il Commissario Straordinario, dott. Dario Cartabellotta, con l’invio della proposta al Presidente del Consiglio comunale perché l’esamini e l’approvi entro i termini previsti dalla vigente normativa, ha chiesto l’approvazione del Piano di Azione per l’Energia Sostenibile (PAES) della Città di Licata.

 

         Il PAES rientra nel più vasto programma adottato dall’Unione Europea, il 9 marzo 2007 con il documento “Energia per un mondo che cambia”, impegnandosi unilateralmente a ridurre le proprie emissioni di O” del 20% entro il 2020 aumentando nel contempo del 20% il livello di  efficienza energetica e del 20% la quota di utilizzo delle fonti di energia rinnovabile sul totale mix energetico.

 

         A seguito di ciò, il 10 febbraio 2009, il a Bruxelles, 400 città hanno firmato il Patto dei sindaci con l’impegno di superare l’obiettivo energetico del 20% nell’UE, in cooperazione con  la Commissione Europea e il Comitato delle Regioni.

 

         Il Comune di Licata, con deliberazione del Commissario Straordinario nominato il sostituzione del Consiglio comunale, il 21 marzo del 2012, ha dato la propria adesione al Covenant of Mayor – Patto dei Sindaci – per il miglioramento dell’efficienza energetica e dell’utilizzo delle fonti energetiche rinnovabili.

 

         Tale adesione ha impegnato il Comune ad assumere la responsabilità per la lotta al cambiamento climatico.

 

         Da ciò l’iniziativa del Commissario Cartabellotta e l’invio degli atti al Consiglio comunale per gli ulteriori adempimenti.

 

 

 

 

 

 

[ Dai la tua opinione su questo argomento ]

 

 

 

invia l'articolo via email

versione stampabile

proponi un tuo articolo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

>> tutti gli eventi

 

 

 

iscriviti per essere aggiornato
con IlLicatese.it

 

 

 

 

 

 

 

 

IlLicatese.it - Il portale dei cittadini di Licata
Blog informativo gestito in via indipendente da volontari e gruppi di associazioni nell'area licatese