progetto | avvertenze | scrivici | primapagina | forum dei cittadini | rss |

IlLicatese.it - informazione e approfondimento per Licata

gio, 15 novembre


 
>> ricerca avanzata
cerca:

 


-Opera lirica madame Butte..
-BLS2..
-BLS4..

>> tutti i video

 

 

 

l'hosting web fornito da

Aruba.it

 

il progetto 

avvertenze 

collabora con noi 

scrivici 

primapagina 

rss 

archivio/cerca 

forum dei cittadini 

pubblicità 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
notizie locali >> articolo

invia stampa

LiberaMente porta in scena una Rosa Balistreri come mai vista prima.

di La Redazione, 28.11.2014

 

“Quella sera sono diventata Rosa Balistreri”, è questo il titolo dell’opera inedita che sarà portata in scena sabato 29 novembre alle ore 20,30, presso il teatro Re di Licata, dalla compagnia teatrale “LiberaMente”. Si tratta di uno spettacolo musical-teatrale  a cui gli appassionati di teatro e della figura di Rosa Balistreri o sensibili alla cultura, all’arte e alla scoperta della cittadina marinara non potranno mancare. Perché Rosa Balistreri? <<perché studiando le sue canzoni -spiega il presidente dell’associazione e regista, Marina Barbera-  abbiamo scoperto la “donna” autenticamente vera che è stata Rosa. Leggendo la sua biografia con il sottofondo delle canzoni cantate da lei abbiamo finalmente capito: Rosa è stata una donna abusata, che ha sofferto la fame, il freddo, la prepotenza della vita dei suoi tempi, ma che non  si è mai arresa. Tenacemente ha cercato un posto nella società come “persona”, rivendicando il suo essere donna fuori dagli standard dei suoi tempi, e comunque degna di rispetto >>. Gli attori che si alterneranno sul palcoscenico saranno Antonietta Cantavenera, Roberta Ballacchino, Rino Di Franco, Gloria Incorvaia, Teresa La Cognata, Enzo Minaldi, Giuseppe Morello, Sonia Morello, Daniela Mulè, Salvo Ritrovato, mentre gli assistenti di scena sono Rosita Abbate e Bruno Ballacchino. E’ Piero Platania invece il creatore della suggestiva scenografia che sarà allestita per l’occasione. Ma lo spettacolo parla dunque della vita di Rosa? <<Non proprio. Abbiamo voluto che fosse proprio Rosa a parlare di sé. Noi saliamo sul palcoscenico per “vivere” le emozioni della Balistreri, per farle scorrere come un fiume in piena verso chi ci ascolta. Vorremmo che un brivido lungo la schiena ricordi ad ognuno di noi che non è facile vivere in certe situazioni e sopravvivere a se stessi con tanta forza. Rosa Balistreri –conclude la regista- non deve essere più soltanto l’icona folk di un certo periodo storico o di una certa classe sociale, ma una persona speciale che ha combattuto per il diritto ad esistere. E visto che il 25 novembre è stata la giornata  contro il femminicidio ed il 21 la giornata sui diritti del fanciullo, ricordiamo che Rosa perse più di un figlio e che sua sorella di Rosa fu uccisa dal marito>>. Attraverso Rosa si intende raccontare la storia delle violenze subite da tante donne,che non sempre vengono denunciate, anzi taciute, nascoste dalla vergogna e sopportate come una croce in un silenzioso dolore.

 

 

 

[ Dai la tua opinione su questo argomento ]

 

 

 

invia l'articolo via email

versione stampabile

proponi un tuo articolo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

>> tutti gli eventi

 

 

 

iscriviti per essere aggiornato
con IlLicatese.it

 

 

 

 

 

 

 

 

IlLicatese.it - Il portale dei cittadini di Licata
Blog informativo gestito in via indipendente da volontari e gruppi di associazioni nell'area licatese