progetto | avvertenze | scrivici | primapagina | forum dei cittadini | rss |

IlLicatese.it - informazione e approfondimento per Licata

merc, 14 novembre


 
>> ricerca avanzata
cerca:

 


-Opera lirica madame Butte..
-BLS2..
-BLS4..

>> tutti i video

 

 

 

l'hosting web fornito da

Aruba.it

 

il progetto 

avvertenze 

collabora con noi 

scrivici 

primapagina 

rss 

archivio/cerca 

forum dei cittadini 

pubblicità 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
notizie locali >> articolo

invia stampa

Il comune informa

di Francesco Morello, 03.12.2014

 

RICERCA LOCALE DA DESTINARE A RIFUGIO SANITARIO PER CANI RANDAGI

 

 

         Il Comune di Licata è alla ricerca di un locale, da affittare, da destinare a rifugio sanitario per cani randagi, con una superficie complessiva sufficiente ad ospitare 80 cani, munito dei requisiti porevisti dalla legge regionale n° 15 del 2000..

 

            Ne dà comunicazione, mediante avviso pubblico, il delegato delle funzioni dirigenziali, responsabile dell’Ufficio Patrimonio del Comune, arch. Maurizio Falzone.

 

            La disponibilità finanziari a dell’Ente, per il fitto del suddetto locale è pari ad € 10.000,00 (diecimila annui), e per l’aggiudicazione verrà considerata la migliore offerta al ribasso che verrà valuta anche in relazione alle caratteristiche dell’immobile, rifiniture, impianti e certificazioni.

 

            I soggetti interessati dovranno far pervenire l’offerta in busta chiusa, con allegata la documentazione relativa alle regolarità ed alla corrispondenza dell’immobile, secondo quanto chiesto dal Comune, entro e non oltre le ore 10,00 del 15 dicembre 2014, indirizzandola all’Ufficio patrimonio – Dipartimento Affari generali, e riportando la dicitura “Istanza di disponibilità locale da affittare da adibire a rifugio sanitario per cani randagi”. 

 

            Si comunica, infine, che per ogni eventuale chiarimento o richiesta di informazioni relativi all’avviso, gli interessati potranno rivolgersi direttamente all’Ufficio Patrimonio mediante contatto telefonico al n° 0922/1837329.

 

 

ADESIONE AL CONSORZIO PER LA LEGALITA’

PRECISAZIONI DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE

 

            Alla luce di quanto dichiarato dall’associazione “A Testa Alta”, in merito all’adesione del Comune di Licata al Consorzio per la legalità e lo sviluppo, ed in particolare alla affermazione secondo la quale “da diversi mesi si attende ancora che tale punto sia posto all’ordine del giorno in qualche seduta del Consiglio comunale”, dopo che il Commissario Straordinario Dario Cartabellotta ha disposto l’adozione dei provvedimenti all’uopo necessari, interviene il presidente del Consiglio comunale, Saverio Platamone per alcune doverose precisazioni in merito.

            <<L’argomento citato è stato attenzionato dal Consiglio comunale, sia informa verbale nel corso della seduta del 2 settembre scorso, sia per iscritto con una nota, a firma del sottoscritto,  del 3 settembre successivo, indirizzata al Commissario Straordinario, dottor Dario Cartabellotta, con la quale testualmente si è chiesto di sapere se questo Ente fa parte del Consorzio Agrigentino per la Legalità e lo Sviluppo, ed in caso contrario valutare se esistono i presupposti e le condizioni atte a permetterne l’adesione. Da notizie in nostro possesso – è il massimo esponente del civico consesso che parla -  sappiamo che il dottor Cartabellotta, sin dallo scorso mese di settembre, ha disposto la predisposizione degli atti necessari per aderire nuovamente al suddetto Consorzio per la legalità. Sappiamo, altresì, che gli atti sono pronti ma che, sino a quando non verrà approvato il bilancio di previsione non sarà possibile intervenire. In ogni caso, per quanto concerne il civico consesso, sino a quando non riceverà gli atti per poter deliberare non potrà intervenire; assicuro, comunque, che non appena riceveremo il carteggio lo sottoporrò, nel più breve tempo possibile all’esame dei consiglieri. Con ciò penso di avere chiarito all’associazione A Testa Alta e alla cittadinanza tutta, il perché il Consiglio comunale non ha ancora portato l’argomento in discussione>>.  


 

TASSAZIONE LOCALE: AGIORNI INCONTRO CON

 LA CNA E LA FENAPI

 

            A giorni il Presidente del Consiglio comunale, Saverio Platamone, incontrerà i rappresentanti della Fenapi e della Cna, per un esame della situazione relativa all’introduzione della Tari e della Tasi. La data non è stata ancora definita in quanto il Presidente Platamone desidera allargare l’incontro alla Conferenza dei Capigruppo e al dirigente dell’Ufficio Finanze, in modo da affrontare serenamente il problema sia dal punto di vista politico che tecnico – contabile.

            Un impegno in tal senso è stato sottoscritto in una nota ufficiale  spedita ieri dall’Ufficio di Presidenza ed inviata sia alla Cna che alla Fenapi, e per conoscenza ai Capigruppo consiliari.

            Nota nella quale, tra l’altro, Platamone sottolinea che “l’introduzione della Tari e della Tasi non siano frutto di scelte discrezionali del Consiglio, ma obblighi normativi imposti dalla legge di stabilità per il 2014” e che “non può sottacersi ilo tentativo fatto dal Consigli Comunale che ha cercato di alleggerire la pressione fiscale con emendamenti che, nella stragrande maggioranza dei casi, hanno ricevuto parere tecnico – contabile negativo”. 

 

 

 

 

[ Dai la tua opinione su questo argomento ]

 

 

 

invia l'articolo via email

versione stampabile

proponi un tuo articolo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

>> tutti gli eventi

 

 

 

iscriviti per essere aggiornato
con IlLicatese.it

 

 

 

 

 

 

 

 

IlLicatese.it - Il portale dei cittadini di Licata
Blog informativo gestito in via indipendente da volontari e gruppi di associazioni nell'area licatese