progetto | avvertenze | scrivici | primapagina | forum dei cittadini | rss |

IlLicatese.it - informazione e approfondimento per Licata

sab, 17 novembre


 
>> ricerca avanzata
cerca:

 


-Opera lirica madame Butte..
-BLS2..
-BLS4..

>> tutti i video

 

 

 

l'hosting web fornito da

Aruba.it

 

il progetto 

avvertenze 

collabora con noi 

scrivici 

primapagina 

rss 

archivio/cerca 

forum dei cittadini 

pubblicità 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
notizie locali >> articolo

invia stampa

Il comune informa

di Francesco Morello, 14.01.2015

 

 

RICHIESTA PARERE LEGALE SU CONSEGNA RETI IDRICHE DEL CONSORZIO  TRE SORGENTI

 

                       

Facendo seguito a quanto espressamente chiesto dal Consiglio comunale nella seduta del 5 gennaio u.s., il Commissario Straordinario del Comune, Maria Grazia Brandara, in data odierna ha inoltrato una nota scritta all’Avvocatura comunale, con la quale chiede la formulazione di un parere legale “in merito alla possibilità giuridica di procedere alla revoca delle determinazioni con le quali l’Assemblea del Consorzio delle Tre Sorgenti ha disposto la consegna delle reti idriche di proprietà alla società Girgenti Acque, soggetto gestore del servizio idrico.

Com’è noto, il Commissario Straordinario del Comune, pur avendo espresso e confermato la sua contrarietà alle gestione privatistica dell’acqua, in esecuzione di precise disposizioni di legge e di sentenza definitiva del Tribunale delle Acque, in  sede di assemblea del Consorzio delle Tre Sorgenti, di cui Licata fa parte, ha votato per la cessione degli impianti e del servizio a favore di Girgenti Acque.

Scelta, questa, politicamente avversata dal Consiglio Comunale che avrebbe voluto avocare a sé la decisione, in quanto massimo esponente dell’organo politico cittadino al quale competono determinate scelte di interesse collettivo per la cittadinanza.

Da ciò la decisione del civico consesso di invitare il Commissario straordinario a chiedere la convocazione urgente dell’Assemblea dei Soci del Consorzio delle Tre Sorgenti perché riveda la propria deliberazione di cessione degli impianti e del servizio idrico a favore di Girgenti Acque, e la successiva decisione del Commissario di avvalersi di un parere giuridico in merito, prima di ogni eventuale altra iniziativa in merito.

 

  FESTA DELLA POLIZIA MUNICIPALE

 

                       

            Nel pieno rispetto di quello che è ormai un appuntamento tradizionale, martedì, 20 gennaio 2015, alle ore 11,00, presso la Cappella del Cristo Nero in Matrice, verrà celebrata una Santa Messa in onore di San Sebastiano, protettore della Polizia Municipale.

 

            Ne dà notizia il Comandante del Corpo, Giovanna Incorvaia.

 

 

"La stazione di Licata va recuperata e rilanciata": appello del commissario straordinario Brandara alle Ferrovie

 

 

"L'incendio dello scorso 6 gennaio che ha gravemente danneggiato il fabbricato principale della stazione ferroviaria di Licata non può e non deve passare inosservato: invitiamo Rete Ferroviaria Italiana a valorizzare la storica stazione cittadina e a programmare, con l'ausilio delle istituzioni cittadine, il rilancio del sito".

A parlare è Mariagrazia Brandara, commissario straordinario del comune di Licata in riferimento all'incidente che ha parzialmente danneggiato il fabbricato viaggiatori della stazione ferroviaria cittadina, ad oggi chiusa per lavori di manutenzione lungo la tratta "Canicattì - Gela".

"Siamo a conoscenza del fatto che RFI sta procedendo al ripristino della circolazione ferroviaria tra Canicattì, Licata e Gela - ha detto Brandara - e il ritorno dei treni è previsto per il prossimo mese di giugno quando termineranno alcuni lavori di potenziamento infrastrutturale che , finalmente, renderanno più competitiva la ferrovia dopo anni di richieste. Tuttavia è necessario anche salvaguardare la stazione della città di Licata, fabbricato secolare che custodisce la memoria storica della città. Se è vero, da un lato, che le moderne tecnologie oggi consentono alle ferrovie di non presenziare più gli impianti ferroviari, dall'altro è comunque necessario impedire il decadimento degli stessi. La stazione di Licata negli ultimi anni è diventata ricettacolo di attività illegali e, dopo i gravi fatti del 6 gennaio scorso, occorre intervenire energicamente per invertire questo processo di degrado".

"Se Rete Ferroviaria italiana non è in grado di presenziare l'impianto, e di preservarlo, una buona idea potrebbe essere la concessione gratuita di alcuni locali ad associazioni del luogo che, oltre alla guardiania, potrebbero garantire la pulizia e il decoro della stazione. Ho  notizia di numerose richieste avanzate da associazioni di volontariato e auspico che i dirigenti di RFI possano accoglierle al più presto, al fine di evitare nuovi incidenti. Al contempo mi auguro che RFI proceda al ripristino dei luoghi attraverso il rifacimento del tetto della stazione di Licata, uno dei simboli più importanti della città", conclude Mariagrazia Brandara.

 

 

INSEDIAMENTO COMMISSIONE CONSILIARE DI INDAGINE FINANZIAMENTO LAVORI AREA POLIFUNZIONALE

 

           

            La Commissione consiliare speciale di indagine conoscitiva per le problematiche relative al finanziamento dei lavori di realizzazione dell’area polifunzionale per la riqualificazione dei servizi urbani da destinare ai mercati e alla valorizzazione dei prodotti tipici, istituita con deliberazione di Consiglio comunale n° 141 del 16 dicembre 2014, si è insediata per procedere alla elezione del  presidente e del vice.

            Presidente della Commissione è stato eletto il consigliere  Antonio Terrnova, mentre suo vice è stato eletto il consigliere Elio D’Orsi. Entrambe le designazioni sono state votate all’unanimità. La riunione è stata indetta e presieduta dal presidente del Consiglio comunale Saverio Platamone.

            Gli altri componenti della commissione sono i consiglieri   designati in rappresentanti di tutti i gruppi consiliari Vincenzo Sica, Salvatore Russotto, Giuseppe Ripellino, Angelo Iacona Giuseppe Montana, Giuseppe Peruga e Gaetano Piccionello.

            La prossima adunanza della Commissione è stata fissata per il giorno 16 gennaio 2015. 

            Il Presidente della Commissione, Antonio Terranova, così dichiara:  preliminarmente ringrazia i colleghi             consiglieri per avermi conferito l’onore e l’onere di presiedere la suddetta commissione di inchiesta. Mi preme sottolineare come codesta commissione sia rappresentata da figure di alto profilo che esalteranno il lavoro e la relazione finale a cui dovrà giungere la commissione nei prossimi mesi. Il compito della commissione di indagine è quella di esaminare minuziosamente gli atti relativi all’intera procedura del finanziamento dell’area polifunzionale mercatale che con decreto assessoriale del 23/07/2014 è stato revocato, pertanto la commissione si attiverà urgentemente per acquisire l’intera documentazione. Si precisa che la revoca del finanziamento pari ad €. 6.278.000,00 rappresenti una grave perdita per l’intera collettività Licatese che vede sfumare opportunità di sviluppo ed occupazionali. Licata non può permettersi un Lodo Saiseb bis che sarebbe devastante per l’equilibrio finanziario dell’Ente. Sarà compito della Commissione, esaminati gli atti, segnalare alle autorità preposte eventuali vizi procedurali che hanno determinato la revoca del finanziamento. Infine si informa l’intera cittadinanza che avverso il decreto di revoca è stato depositato nei termini di legge ricorso al T.A.R. e che l’istanza di sospensione proposta dal Comune di Licata è stata accolta favorevolmente dai Giudici Amministrativi>>.

                                              

 

IL COMMISSARIO BRANDARA PRIMO FIRMATARIO LICATA CONTRO LA CHIUSURA DEL POLO UNIVERSITARIO DI AGRIGENTO

 

            Il Commissario Straordinario del Comune di Licata, Maria Grazia Brandara, nella serata di ieri si  è recata in piazza Sant’Angelo, presso lo stand dell’Associazione “Vivere Licata”,  per apporre, prima fra tutti in città, la firma nella petizione  per dire no alla chiusura del Polo Universitario di Agrigento.

            <<La mia – tiene a precisare il Commissario Brandara – non è una formale adesione, ma sostanziale, dovuta al fatto che, come alcuni magari ricorderanno, la sottoscritta all’epoca è stata,  assieme ad altri noti personaggi del mondo politico e culturale agrigentino, tra i promotori del Comitato istituito, con l’obiettivo di sollecitare la creazione di un polo universitario ad Agrigento, per andare incontro alle esigenze di tutti quegli studenti che, una volta raggiunto il diploma di maturità, per ragioni familiari ed anche economici, avrebbero avuto difficoltà ad intraprendere la carriera universitaria. A quella determinazione, siamo giunti dopo un’attenta analisi della situazione generale del territorio, della sua economia, frutto anche di intense giornate di studio. Per cui, perdere ora l’Ateneo di Agrigento, sarebbe una grossa perdita per la nostra provincia, sia dal punto di vista culturale che economico, in quanto oltre a chiedere ulteriori sacrifici a quanti già sono in difficoltà per la crisi generale che attanaglia questo particolare momento storico, provocherebbe anche un trasferimento di risorse economico-finanziarie dalla nostra terra a favore di altri territori, siano essi isolani che nazionali. Da ciò la mia adesione incondizionata  all’iniziativa avviata dall’associazione Vivere Licata, alla quale va il plauso della sottoscritta per l’attenzione rivolta alle problematiche della città, e degli altri gruppi che analogamente stanno operando in provincia per la salvaguardia dell’Ateneo di Agrigento>>. 

           

IL COMMISSARIO BRANDARA PRIMO FIRMATARIO LICATA CONTRO LA CHIUSURA DEL POLO UNIVERSITARIO DI AGRIGENTO

 

            Il Commissario Straordinario del Comune di Licata, Maria Grazia Brandara, nella serata di ieri si  è recata in piazza Sant’Angelo, presso lo stand dell’Associazione “Vivere Licata”,  per apporre, prima fra tutti in città, la firma nella petizione  per dire no alla chiusura del Polo Universitario di Agrigento.

            <<La mia – tiene a precisare il Commissario Brandara – non è una formale adesione, ma sostanziale, dovuta al fatto che, come alcuni magari ricorderanno, la sottoscritta all’epoca è stata,  assieme ad altri noti personaggi del mondo politico e culturale agrigentino, tra i promotori del Comitato istituito, con l’obiettivo di sollecitare la creazione di un polo universitario ad Agrigento, per andare incontro alle esigenze di tutti quegli studenti che, una volta raggiunto il diploma di maturità, per ragioni familiari ed anche economici, avrebbero avuto difficoltà ad intraprendere la carriera universitaria. A quella determinazione, siamo giunti dopo un’attenta analisi della situazione generale del territorio, della sua economia, frutto anche di intense giornate di studio. Per cui, perdere ora l’Ateneo di Agrigento, sarebbe una grossa perdita per la nostra provincia, sia dal punto di vista culturale che economico, in quanto oltre a chiedere ulteriori sacrifici a quanti già sono in difficoltà per la crisi generale che attanaglia questo particolare momento storico, provocherebbe anche un trasferimento di risorse economico-finanziarie dalla nostra terra a favore di altri territori, siano essi isolani che nazionali. Da ciò la mia adesione incondizionata  all’iniziativa avviata dall’associazione Vivere Licata, alla quale va il plauso della sottoscritta per l’attenzione rivolta alle problematiche della città, e degli altri gruppi che analogamente stanno operando in provincia per la salvaguardia dell’Ateneo di Agrigento>>. 

           

 

 

BANDO  CONCESSIONE CONTRIBUTI PER TRASPORTO SCOLASTICO E SERVIZI DI ASSISTENZA SPECIALISTICA

 

            A cura del Dipartimento Affari Generali – Ufficio Pubblica Istruzione, all’Albo Pretorio online del Comune, è stato pubblicato, stamani, il Bando per la concessione di contributi per il trasporto scolastico e servizi di assistenza specialistica per l’anno scolastico 2013/2014.

            Il Bando, che reca il d’ordine 7 del 4 dicembre 2014, è stato emesso dall’Assessorato Regionale dell’istruzione e della Formazione Professionale Servizio allo Studio, Buono Scuola e Alunni Svantaggiati, ed ha la finalità di concedere agli studenti benefici e contributi per facilitare l’accesso e la frequenza ai corsi, favorendo il raggiungimento dei più alti livello negli studi, nonchè il  conseguimento del pieno successo formativo.

I servizi oggetto dei benefici sono concernono il trasporto urbano ed extraurbano finalizzato al raggiungimento della sede scolastica, anche con riferimento alle peculiari esigenze degli studenti con disabilità.

            All’albo pretorio, oltre al bando sono stati pubblicati anche la circolare esplicativa n° 23 del 4/12/2014 e la schema di domanda relativo.

 

 

 

[ Dai la tua opinione su questo argomento ]

 

 

 

invia l'articolo via email

versione stampabile

proponi un tuo articolo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

>> tutti gli eventi

 

 

 

iscriviti per essere aggiornato
con IlLicatese.it

 

 

 

 

 

 

 

 

IlLicatese.it - Il portale dei cittadini di Licata
Blog informativo gestito in via indipendente da volontari e gruppi di associazioni nell'area licatese