progetto | avvertenze | scrivici | primapagina | forum dei cittadini | rss |

IlLicatese.it - informazione e approfondimento per Licata

gio, 15 novembre


 
>> ricerca avanzata
cerca:

 


-Opera lirica madame Butte..
-BLS2..
-BLS4..

>> tutti i video

 

 

 

l'hosting web fornito da

Aruba.it

 

il progetto 

avvertenze 

collabora con noi 

scrivici 

primapagina 

rss 

archivio/cerca 

forum dei cittadini 

pubblicità 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
notizie locali >> articolo

invia stampa

Il comune informa

di Francesco Morello, 23.01.2015

 

 

IL CONSIGLIO COMUNALE DI LICATA ATTIVA L’ANCI PER APPOGGIARE LA SOPRINTENDENZA DEL MARE LA REALIZZAZIONE DEL PARCO DEI BANCHI DELLO STRETTO DI SICILIA

 

                 

                        Facendo seguito all’impegno pubblicamente assunto nel corso del convegno del 19 dicembre scorso, il Presidente del Consiglio comunale, Saverio Platamone, attivamente collaborato dal Presidente del Comitato “No Peos Licata”,  ha avuto un incontro con il Vice Presidente dell’Anci Sicilia, nonché sindaco di Canicattini Bagni, affinchè si faccia parte attiva nel coinvolgere tutti i Comuni siciliani, e quelli costieri in particolare, per sostenere la realizzazione di un grande ”Parco dei banchi dello Stretto di Sicilia” ad opera della Soprintendenza del Mare della Regione Sicilia, da inserire poi nella riserva della biosfera dell’Unesco.

 

                        Il progetto è finalizzato a salvaguardare il mare e la costa siciliana da ogni ipotesi si insediamento off shore, sia che trattasi di parchi eolici sia che di programmi di trivellazione, quindi, perfettamente in linea che l’ipotesi di sviluppo del territorio basato sulla salvaguardia dell’ambiente, sullo sviluppo della pesca, del turismo e di quanto altro necessario al raggiungimento dello scopo.

 

                        La proposta del Presidente Platamone è stata prontamente accolta dal Vice Presidente dell’Anci, Amenta, che si è riservato di riferirne prontamente alla prima riunione utile della presidenza dell’Associazione dei Comuni, e di concordare con il Comune di Licata,  ogni utile iniziativa in merito.

 

                        <<Si è trattato di un incontro più che positivo – ha dichiarato Platamone al ritorno dall’incontro con Amenta, tenutosi a Canicattini Bagni -  perché con Amenta, che già avevamo avuto modo di conoscere ed apprezzare per le sue idee nel corso di due precedenti incontri tenutisi a Licata e a Noto, siamo entrati in perfetta sintonia in questa importante, delicata e difficile  battaglia (peraltro sempre sostenuta dal Consiglio comunale con l’Anci Sicilia ed altri organismi)  per la difesa del territorio e del mare siciliano e dello sviluppo della nostra Sicilia, uno sviluppo che a nostro modo di vedere, dipende esclusivamente dallo sfruttamento delle risorse naturali, ambientali, monumentati, paesaggistiche, storiche, archeologiche, antropologiche e culturali in genere>>.

 

 

 

SOLIDARIETA’ DEL COMMISSARIO BRANDARA AL SINDACO DI NARO

 

                 

                        Stupore ed amarezza sono stati espressi dal Commissario Straordinario di Licata, Maria Grazia Brandara, alla notizia del gravissimo e vile atto intimidatorio registrato ieri sera a Naro, a carico del Sindaco Lillo Cremona.

 

                        <<Un fatto del tutto inaspettato e di un’inaudita gravità, del quale se ne sconosce la matrice, e quindi imputabile sia all’azione di qualche sprovveduto, magari scontento di qualche decisione del sindaco, sia a qualcosa di più grosso. Un fatto, comunque,  che poteva provocare non solo ingenti danni alle cose, ma soprattutto alle persone- è il commento dell’on. Brandara - . In ogni caso, all’amico Lillo Cremona, primo cittadino della mia città d’origine, vanno la vicinanza e la solidarietà piena mia personale e dell’intera cittadinanza licatese. Condanno fermamente quanto accaduto e mi auguro che gli organi inquirenti possano al più presto individuare l’autore, o gli autori,  del gravissimo episodio, anche per ridare serenità all’amico Cremona, ai suoi familiari e a quanti gli stanno da sempre vicino. Di certo –aggiunge il Commissario straordinario del nostro comune  – c’è che il problema della sicurezza e tutela dell’ordine pubblico è ormai diffuso in ogni comunità. A tal proposito, nei giorni, grazie anche alla collaborazione del Comandante della P.M.., d.ssa Incorvia, ho predisposto e presentato in Prefettura, per il vaglio e l’approvazione del Prefetto, uno schema del “Patto per la Sicurezza della Città di Licata”, redatto in ossequio di diverse precise norme di legge e circolari del Ministero dell’Interno, con il quale individuare ed organizzare azioni coordinate, tra Comune e Prefettura, volte alla soluzione dei problemi che investono la sicurezza pubblica. Un documento che la Prefettura potrebbe estendere anche alle altre comunità della nostra provincia. Concludo, ritornando al discorso iniziale, esternando tutta la mia vicinanza al sindaco Cremona e a spronarlo a non desistere e ad andare avanti; cosa, peraltro che lui ha già anticipato di volere fare, nonostante il barbaro gesto di cui è stato fatto oggetto>>.

 

IL COMUNE DI LICATA SARA’ PRESENTE A SCIACCA PER UN INCONTRO SULLA PROGRAMMAZIONE COMUNITARIA

                 

                       

                        A seguito di un invito  diramato dall’Assessorato Regionale dell’Agricoltura, dello Sviluppo Rurale e della Pesca Mediterranea, e su disposizione del Commissario Straordinario, Maria Grazia Brandara, il Comune di Licata, domani 23 gennaio, sarà presente ad un incontro, che si terrà a Sciacca, in cui verrà trattato il tema: “Programmazione Comunitaria 2014-202. Un’opportunità di Sviluppo per la Sicilia”.

 

                        Relatori della giornata saranno Rosaria Barresi e Dario Cartabellotta (ex commissario straordinario del nostro comune, entrambi dirigenti generali dell’Assessorato sopra indicato, il primo del Dipartimento  Agricoltura ed il secondo del Dipartimento Pesca.

 

                        <<In considerazione del fatto che le maggiori occasioni di sviluppo dei nostri territori sono riservate esclusivamente alla programmazione comunitaria – spiega il commissario Brandara – ritengo non solo utile, ma necessaria, la presenza di nostri funzionari, ma anche di imprenditori, tecnici esperti, all’incontro che si terrà domani a Sciacca, dal quale, sicuramente, potremo trarre indizi e suggerimenti, per poter partecipare alle occasione di sviluppo che potrebbero venire fuori per la Sicilia, nel rispetto delle nostre peculiarità territoriali, culturali,  storiche e generali>>.

 

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE PLATAMONE

INTERVIENE SUI DUE GRAVI FATTI DI CRONACA NERA REGISTRATI IERI A LICATA E NARO

 

 

                        Avuta notizia dell’attentato al Sindaco di Naro, Lillo Cremona, e del ritrovamento di un cadavere, ancora ufficialmente senza nome ma che, secondo, molti, potrebbe essere quello del giovane Angelo Truisi, scomparso il 2 gennaio scorso, il Presidente del Consiglio comunale, Saverio Platamone,  è intervenuto sull’argomento, dichiarando quanto appresso riportato e, come già fatto dal Commissario straordinario Brandara, di intervenire nuovamente, non appena gli organi inquirenti daranno ulteriori chiarimenti, soprattutto in merito al secondo e di gran lunga più grave episodio:

 

                        <<Apprendere dei due gravissimi fatti di cronaca nera registrati, nella giornata di ieri,  a Licata e Naro, mi ha letteralmente lasciato di stucco per l’inaudita ferocia con i quali sono stati eseguiti – è il commento secco del Presidente del Consiglio comunale, Saverio Platamone – E, per prima cosa, a nome personale, del Consiglio comunale e di tutta quanta la società civile licatese, desidero esprimere la nostra solidarietà al sindaco di Naro, Lillo Cremona, vittima di un atto intimidatorio, e ai familiari del giovane, di cui ancora non si hanno notizie ufficiali sulla sua identità,  orrendamente assassinato,  il cui corpo è stato ritrovato in un calore di contrada Nicolizia. Ma, cosa può spingere la mente umana a scagliarsi in maniera così violenta contro il proprio simile? E’ un interrogativo che da uomo rappresentante di un’istituzione, ma anche e soprattutto da padre di famiglia, mi pongo. E’ mai possibile arrivare fino a questo punto? >>.

 

 

IL COMMISSARIO STRAORDINARIO CHIEDE UN INCONTRO AL DIRETTORE GENERALE DELL’ASP DI AGRIGENTO

 

 

 

                        Il Commissario Straordinario, Maria Grazia Brandara, ha chiesto un incontro, da tenere unitamente ai componenti della V^ Commissione Consiliare Sanità, al Direttore Generale dell’Asp di Agrigento, Salvatore Lucio Ficarra.

                        La richiesta è scaturita da un’iniziativa della suddetta commissione consiliare con la quale sono stati sollecitati interventi finalizzati al miglioramento dei servizi sanitari del pronto soccorso, ma il Commissario ha allargato l’orizzonte delle problematiche da discutere con il Direttore Generale del’Asp. Infatti, nella sua richiesta fa riferimento all’esiguo numero dei posti letto nei reparti, all’assenza di una astanteria, all’esiguo numero degli operatori sanitari, alle lunghe attese che generano una serie di disagi mettendo a rischio i livelli essenziali di assistenza.

 

 

 

[ Dai la tua opinione su questo argomento ]

 

 

 

invia l'articolo via email

versione stampabile

proponi un tuo articolo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

>> tutti gli eventi

 

 

 

iscriviti per essere aggiornato
con IlLicatese.it

 

 

 

 

 

 

 

 

IlLicatese.it - Il portale dei cittadini di Licata
Blog informativo gestito in via indipendente da volontari e gruppi di associazioni nell'area licatese