progetto | avvertenze | scrivici | primapagina | forum dei cittadini | rss |

IlLicatese.it - informazione e approfondimento per Licata

merc, 14 novembre


 
>> ricerca avanzata
cerca:

 


-Opera lirica madame Butte..
-BLS2..
-BLS4..

>> tutti i video

 

 

 

l'hosting web fornito da

Aruba.it

 

il progetto 

avvertenze 

collabora con noi 

scrivici 

primapagina 

rss 

archivio/cerca 

forum dei cittadini 

pubblicità 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
notizie locali >> articolo

invia stampa

Lettera aperta al Sindaco di Caltanissetta

di Franzone Filippo, 15.02.2015

 

 

 

Sig. Sindaco del Comune di Caltanissetta, Giovanni Ruvolo,

a seguito di una Sua Lettera, pubblicata il 15 febbraio 2015, sul Quotidiano “La Sicilia”,  a pag. 3, cronache di Caltanissetta nella rubrica “Lo dico a La Sicilia”, urge precisare quanto segue:

 

Le riconosciamo il merito di aver espresso solidarietà per la piccola Nicole, deceduta per problemi legati alla bassa efficienza del sistema sanitario regionale, alla quale si aggiunge anche la nostra solidarietà e disappunto per un sistema sanitario parecchio carente. Purtroppo dobbiamo rilevare che la restante parte del Suo intervento contiene parecchie inesattezze, caratterizzate da un campanilismo o di una mancanza di conoscenza del territorio, che è stato ed è l’artefice delle incolmabili distanze che da sempre dividono le nostre comunità.

 

In riferimento alla Sua frase:  A tale proposito bisogna ricordare che qualche anno addietro era stata prevista l’istituzione di una UTIN presso il nostro ospedale che poi, per motivi di bassissima politica, la nostra città è stata depredata di tale importante Unità Operativa che avrebbe rappresentato un naturale completamento di un ospedale già di terzo livello per l’Emergenza e sede di elisoccorso, privando l’intera provincia di un servizio così importante.” , abbiamo parecchio da dire.

 

L’UTIN in questa ex provincia è stata individuata dal D.A. del 12 marzo 2010 e il D. A. 2536 del 2 dicembre 2011, individuata presso l’ospedale Vittorio Emanuele III di Gela, non per mezzo di “motivi di bassissima politica”, ma per l’impegno delle associazioni che costituiscono il Comitato per lo Sviluppo dell’Area Gelese, con il supporto della cittadinanza gelese.

 

Per far si che fosse Gela la sede UTIN, base dei servizi STEN e STAM (trasporto in ambulanze speciali delle mamme gravide e dei neonati con gravi complicanze) e Ginecologia ed Ostetricia di II Livello, noi, dal 2009, denunciammo il caso alla Commissione di Inchiesta Sugli Errori Sanitari (se lo ritiene necessario  possiamo fornirle tutta la corrispondenza intercorsa), allora presieduta dall’On. Leoluca Orlando, facendo semplicemente notare come la zona sud di questa ex provincia avesse molte più nascite della zona nord, (nel 2009, 1.503 nascite nella zona sud; 1.195 nella zona Nord)  con l’aggravante di avere tristi primati come ad esempio le malformazioni neonatali. A seguito di tutto ciò, la regione non poté fare a meno di istituire l’UTIN a Gela

 

Quindi, sostenere che Caltanissetta è stata “depredata” dell’UTIN, “privando l’intera provincia di un servizio così importante”, è errato, è più giusto dire che l’UTIN è stata individuata dove era più necessaria.

 

Vede signor Sindaco, quando è stata individuata l’Emodinamica a Caltanissetta, non abbiamo replicato, ne era prevista una per provincia, Caltanissetta è arrivata per prima, quindi, i nostri infartuati vengono caricati in ambulanza e spediti a 65 km di distanza, mentre prima li mandavamo a Ragusa, a 65 KM di distanza. In sostanza con l’Emodinamica a Caltanissetta, per Gela è rimasto un pessimo servizio, che purtroppo dobbiamo subire.

Quando il Sant’Elia è stato individuato come centro per l’Emergenza di III Livello, non abbiamo protestato, e forse in quella occasione sarebbe stato opportuno, visto che le prestazioni di Emergenza urgenza del Sant’Elia, oggi di III livello, sono circa 36.000, contro le 44.000 del Vittorio Emanuele III di Gela, che è di II livello.

Mentre per l’individuazione dell’UTIN a Gela, giustificata dai numeri e dalle reali necessità, abbiamo dovuto registrare la contrarietà dei nisseni, ad ogni livello, ed ancora oggi, dobbiamo registrare la presa di posizione di una istituzione, il Sindaco del Comune di Caltanissetta, che usa termini come “depredare” per giustificare la mancata attivazione di un servizio che esiste già, a soli 15 KM di distanza in linea d’aria da Caltanissetta. Signor sindaco, l’UTIN c’è già ad Enna, mentre a Gela, visto che l’UTIN nonostante tutte le nostre proteste e sollecitazioni, non è ancora partita, si continua ad inviare i bisognosi presso le UTIN di Enna ed Agrigento, ad 80 KM di distanza!

 

La logica vorrebbe che, visto che l’UTIN è già individuata in questa ex provincia, si dovrebbe lavorare insieme per farla partire. Ma questa logica si applica in territori omogenei, con stretti rapporti economici, sociali, storici, ecc., non in territori così diversi e distanti come i nostri.

 

Spero che Lei ed i suoi concittadini, possiate finalmente comprendere il nostro stato di frustrazione e di insoddisfazione, nel convivere forzatamente in un territorio dove non ci siamo mai riconosciuti, dove non possiamo programmare il futuro e dove dobbiamo lottare per ottenere poco e per difendere quello che c’è già.

 

Al fine di rendere più omogeneo il territorio nisseno e di trovare noi, una giusta collocazione tra comuni con cui abbiamo un secolare  dialogo, rafforzato da rapporti di ogni genere,  ci auguriamo che la Legge Regionale 24 marzo 2014 n° 8, giunga a buon fine, aiutandoci, dopo 200 anni,  a risolvere le nostre rispettive problematiche.

 

                                        Distinti Daluti

 

 

 

                                                                                                                  Filippo Franzone

                                                                                     Coordinatore Comitato per lo Sviluppo dell’Area Gelese

                                                                                                            Unione di Associazioni

  

                                                                                                 Presidente comitato Progetto Provincia

 

 

 

[ Dai la tua opinione su questo argomento ]

 

 

 

invia l'articolo via email

versione stampabile

proponi un tuo articolo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

>> tutti gli eventi

 

 

 

iscriviti per essere aggiornato
con IlLicatese.it

 

 

 

 

 

 

 

 

IlLicatese.it - Il portale dei cittadini di Licata
Blog informativo gestito in via indipendente da volontari e gruppi di associazioni nell'area licatese