progetto | avvertenze | scrivici | primapagina | forum dei cittadini | rss |

IlLicatese.it - informazione e approfondimento per Licata

gio, 15 novembre


 
>> ricerca avanzata
cerca:

 


-Opera lirica madame Butte..
-BLS2..
-BLS4..

>> tutti i video

 

 

 

l'hosting web fornito da

Aruba.it

 

il progetto 

avvertenze 

collabora con noi 

scrivici 

primapagina 

rss 

archivio/cerca 

forum dei cittadini 

pubblicità 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
notizie locali >> articolo

invia stampa

Il comune informa

di Francesco Morello, 13.03.2015

 

ISCRIZIONE NELLE LISTE ELETTORALI PER

I CITTADINI STRANIERI

 

 

 

            Tutti i   cittadini maggiorenni appartenenti ad uno Stato dell'Unione Europea residenti a Licata, che  in occasione delle prossime consultazioni amministrative  vogliano esercitare il diritto di voto, devono  presentare, non oltre il 5° giorno successivo all'affissione del manifesto di convocazione dei comizi elettorali, apposita  domanda  per essere iscritti nelle liste elettorali aggiunte.


            Il modulo per presentare l'istanza di cui sopra, può essere ritirato presso l'Ufficio Elettorale, ubicato in Via Roma (Complesso del Carmine).

 

            Ne dà comunicazione il responsabile dell’Ufficio Elettorale Giuseppe Cottitto.

 

 

 

BANDO UN NIDO PER OGNI BAMBINO

 

Per il quinto anno consecutivo  la Fondazione Mission Bambini onlus (già Fondazione “aiutare i bambini”) e la Fondazione CON IL SUD promuovono il bando “Un nido per ogni bambino” con l’obiettivo di favorire l’ampliamento dell’offerta di servizi alla prima infanzia nel Mezzogiorno, con particolare riferimento a zone disagiate e utenza in condizioni di bisogno.

Le proposte di progetto dovranno essere presentate entro le ore 12.00 del 13 aprile 2015.

Il processo di valutazione delle proposte di progetto, di monitoraggio di quelle selezionate per il finanziamento e di liquidazione dei relativi contributi spettano a Fondazione Mission Bambini, cui Fondazione CON IL SUD assicura il proprio sostegno finanziario: il Bando prevede la destinazione di risorse per un importo complessivo pari a € 250.000, apportate per il 50% da Fondazione Mission Bambini e per il 50% da Fondazione CON IL SUD.

Per poter essere ammesse le proposte di progetto dovranno possedere tutta una  serie di requisiti espressamente indicati nel bando.

Per i progetti di avvio di nuovi nidi di infanzia potranno essere presentate richieste di finanziamento per un massimo di 2 anni di attività e per un contributo non superiore a 80.000 euro sui due anni.

            Per i progetti di potenziamento di nidi di infanzia esistenti potranno essere presentate richieste di finanziamento per un massimo di 1 anno di attività e per un contributo non superiore a 40.000 euro su un anno.

            Il contributo richiesto non potrà in ogni caso superare il 70% del budget complessivo relativo all’avvio o al potenziamento del nido (N.B. per budget complessivo si intende il costo totale del servizio comprensivo di tutti i costi annuali dello stesso).

            Le tipologie di costi ammissibili e che si possono inserire nella quota di contributo richiesto tramite il bando sono:

. costi di ristrutturazione: il contributo finanziato potrà coprirne fino a un massimo del 70%. Non potranno in ogni caso essere finanziate proposte finalizzate prevalentemente alla ristrutturazione o costruzione di infrastrutture fisiche immobiliari;

. costi di arredo, attrezzature, giochi, materiale: il contributo finanziato potrà coprirne fino a un massimo dell’85%;

. costi per l’affitto: il contributo finanziato potrà coprirne fino a un massimo del 60%;

. costi per il personale in attività operative (educatori, psicologi, ausiliari): il contributo finanziato potrà coprirne fino ad un massimo del 50%.

 


 

 

CONVOCAZIONE SEDUTA CONSIGLIO COMUNALE

 

Sono 24 i punti posti dal Presidente , Saverio Platamone, all’ordine del giorno del prossimo incontro del Consiglio comunale, convocato,  in seduta non urgente,  per il giorno 19 Marzo 2015, alle ore 18,30.

 

            Gli argomenti da trattare sono:

 

1.      Nomina scrutatori – Lettura ed approvazione verbali sedute precedenti;

2.      Adesione a decorrere dall'anno 2015 al C.U.P.A. - Consorzio Universitario della Provincia di Agrigento;

3.      Riconoscimento debito fuori bilancio dell'importo di € 4.816,43 per interessi moratori e spese di giudizio comprensivo degli accessori di legge dovuti ( IVA e CPA) derivanti dalla sentenza n° 1387/2014 resa nel giudizio promosso dalla Società Cooperativa "Arcobaleno" c/Comune di Licata;

4.      Riconoscimento debito fuori bilancio dell'importo di € 8.269,57 per interessi moratori e spese processuali, IVA e CPA derivanti dalla sentenza n° 1162/2014 resa nel giudizio promosso da "Il Libero Gabbiano" Società Cooperativa Onlus c/Comune di Licata;

5.      Presa d'atto del debito fuori bilancio della somma complessiva di € 468,14 relativo al giudizio di cui alla sentenza n. 43/2013 emessa su procedimento promosso dalla Sig.ra Munda Giuseppa c/Comune di Licata;

6.      Presa d'atto del debito fuori bilancio di € 5.754,49 relativo al giudizio di cui alla sentenza n.194/13 emessa su procedimento promosso dal Sig. Pira Sergio c/Comune di Licata;

7.      Presa d'atto del debito fuori bilancio di € 507,52 relativo al giudizio di cui alla sentenza n.186/2014 emessa su procedimento promosso dalla Sig.ra Cafà Maria c/Comune di Licata;

8.      Presa d'atto del debito fuori bilancio di € 139,46 per pagamento spese dovute all'Avv. Lanzerotti. Sentenza n. 187/2013;

9.      Presa d'atto del debito fuori bilancio di € 481,40 per spese atto di precetto. Sentenza n. 122/2013;

10.  Presa d'atto del debito fuori bilancio di € 126,40 per spese atto di precetto. Sentenza n. 186/2013;

11.  Presa d'atto del debito fuori bilancio della somma di € 9.621,54 scaturente dalla sentenza n. 341/2014 emessa su procedimento promosso dalla Sig.ra Frisicaro Angela c/Comune di Licata;

12.  Presa d'atto del debito fuori bilancio di € 20.220,33 scaturente dalla sentenza n. 391/2014 emessa su procedimento promosso dalla Sig.ra Arrostuto Melina Bianca c/Comune di Licata;

13.  Presa d'atto del debito fuori bilancio di € 4.787,77 scaturente da sentenza n. 130/2013 emessa su procedimento promosso dal Sig. Gueli Giuseppe;

14.  Presa d'atto del debito fuori bilancio di € 5.219,62 scaturente dalla sentenza n. 34/2014 emessa su procedimento promosso dalla Sig.ra Licata Angela c/Comune di Licata;

15.  Presa d'atto del debito fuori bilancio di € 4.751,00 scaturente dalla sentenza n. 178/2014 emessa su procedimento promosso dal Sig. Gianluca De Caro c/Comune di Licata;

16.  Riconoscimento debito fuori bilancio di € 19.054,53 a favore dell'Impresa Martorana Costruzioni S.r.l. relativa al saldo della riserva confermata nello stato finale dei lavori di costruzione della rete fognante in c.da Plaia;

17.  Presa d'atto dei debiti fuori bilancio scaturente da atti di precetto del 7/04/2014, pervenuti in data 10/04/2014 e atti di precetto del 15/07/2014 e pervenuti in data 21/07/2014;

18.  Presa d'atto dei debiti fuori bilancio scaturenti da atti di precetto del 24/04/2014, pervenuti in data 29/04/2014 e per spese relative a pignoramenti - Avv. Alberto Cutaia;

19.  Presa d'atto del debito fuori bilancio di € 4.280,80 relativo al giudizio di cui alla sentenza n. 197/13, emessa su procedimento promosso dai Sig.ri Fraccica Marco e Grillo Sabrina c/Comune di Licata;

20.  Presa d'atto del debito fuori bilancio di € 8.326,45 relativo al giudizio di cui alla sentenza n.174/2014 emessa su procedimento promosso dai Sig.ri Marotta Salvatore e Marotta Carmelo c/Comune di Licata;

21.  Presa d'atto del debito fuori bilancio di € 919,35 relativo al giudizio di cui alla sentenza n.624/14 emessa su procedimento promosso dal Sig. Bruna Giuseppe c/Comune di Licata;

22.  Presa d'atto del debito fuori bilancio di € 10.633,83 relativo al giudizio di cui alla sentenza n.761/2014 emessa su procedimento promosso dai Sig.ri Bonvissuto Rosario e Bonvissuto Concetta c/Comune di Licata;

23.  Presa d'atto del debito fuori bilancio di € 363,00 relativo alle spese C.T.U. di cui alla sentenza n. 116/13 Sig.ra Monteleone Cinzia c/Comune di Licata;

24.  Presa d'atto del debito fuori bilancio di € 2.976,60 relativo alle spese di cui alla sentenza della Corte di Appello di Palermo n. 145/2014 R.G.,Sig. Millevoi Alessio e A.S.P. n°1 di Agrigento c/Comune di Licata.

RICHIESTA AUDIZIONE

AL MINISTERO DELL’AMBIENTE

 

 

Con una nota indirizzata ai Ministri dell’ambiente e  della tutela del territorio e del mare, e delle infrastrutture e trasporti, il Commissario Straordinario Maria Grazia Brandara, ha chiesto di  essere audito presso la Commissione Via/Vas per presentare un’opposizione alla richiesta di esclusione a procedura Via del progetto eolico off shore presentato dalla Mediterranea Wind off shore da realizzare nel Golfo di Gela.

Il Commissario,  su incarico dei soggetti facenti parte del coordinamento No Peos , composto dai Comuni di Licata, Agrigento, Palma di Montechiaro, Butera e Gela,  dai liberi consorzi dei  comuni di Caltanissetta e Agrigento e dai comitati civici “Difendi Licata No Peos”, “ No Peos Butera” e “Difesa del Golfo di Gela”, ha chiesto   di essere ricevuto unitamente al Presidente del Consiglio Comunale Saverio Platamone e al Presidente del Comitato Difendi Licata No Peos, Salvatore Licata.

Inoltre, in considerazione del fatto che il progetto di cui sopra dovrà essere sottoposto a parere di assoggettabilità o meno di una variante, il Comune ha chiesto di essere ricevuto prima che venga dato riscontro a tale adempimento. 

 

IL CONSIGLIO COMUNALE ALL’UNANIMITA’ APPROVA DOCUMENTI SU PUNTO NASCITE E VIABILITA’

 

Con 25 voti a favore, tanti quanti erano i presenti, nella serata di ieri, il Consiglio comunale di Licata, all’unanimità, ha approvato due importanti documenti relativi ai punti posti all’ordine del giorno.

Il primo dei due documenti, frutto finale di diversi interventi e proposte presentate da numerosi consiglieri presenti in aula,  è quello relativo alla stesura di un atto di indirizzo con il quale il Civico consesso impegna il Commissario Straordinario per:

- impugnare il decreto assessoriale con il quale, nell’ambito del riordino e della razionalizzazione della rete dei punti nascite in Sicilia, è stata decisa la chiusura di 23 punti nascita,  tra i quali quello di Licata;

- attivarsi a presentare una deroga al decreto n. 2 del dicembre 2011 stante le due condizioni oggettive di marginalità geografica e di trend assolutamente positivo registrato nel 2014;

- avanzare ai competenti organi istituzionali istanza di differimento della data di cessazione delle attività del punto nascite di Licata, prorogandola al 31.12.2017 nelle more che vengano ripristinati e migliorati i collegamenti viari con gli ospedali di Agrigento, Gela e Canicattì.

Inoltre, su iniziativa e proposta del Presidente Saverio Platamone, che ad inizio di seduta ha stigmatizzato il comportamento di quei consiglieri che con la loro assenza hanno fatto saltare la seduta di venerdì scorso per mancanza di numero legale, il Consiglio Comunale ha approvato il testo di un documento condiviso, e già approvato dai Consigli Comunali di Palma di Montechiaro, Butera e Gela, avente per oggetto una richiesta, da avanzare all’ANAS, di interventi urgenti per il miglioramento della statale 115 nel tratto compreso tra Agrigento e Ragusa e  della strada statale 123 che da Licata conduce a Canicattì.

Il documento, in considerazione della pericolosità delle strade di cui sopra dovuta alle disastrose condizioni in cui versano, tali da provocare anche diversi incidenti mortali, prevede anche una richiesta di intervento al Presidente della Regione.

Copia della deliberazione dovrà essere trasmessa ai direttori nazionale e regionale dell’ANAS, al Presidente della Repubblica, al Presidente del Consiglio dei Ministri,  ai Ministri delle Infrastrutture e degli Interni, al Presidente della Regione, all’Assessore Regionale alle Infrastrutture e al Prefetto di Agrigento.      




ALUNNI ALLA SCOPERTA DELLA BIBLIOTECA COMUNALE

 

 

Gli alunni della 1^ B della scuola media Quasimodo, diretta dal prof. Luigi Costanza, questa mattina  sono stati impegnati in nell’attività didattica imperniata sulla scoperta della biblioteca comunale “Luigi Vitali” .

 

Accompagnati dalle insegnanti Francesca Santoro e Giuseppa Marotta, i ragazzi si sono trasferiti presso la struttura di piazza Matteotti, dove il responsabile del servizio, Riccardo Florio ha avuto modo di illustrare loro l’organizzazione e la funzionalità del servizio. Ai ragazzi, diversi dei quali per la prima volta hanno avuto modo di accedere a questo importante servizio culturale, hanno scoperto la ricchezza del patrimonio librario in dotazione alla biblioteca “Luigi Vitali”, del servizio emeroteca, con particolare attenzione ai giornali locali ed all’importanza che gli stessi rivestono per la stesura della nostra storia.

 

Molti dei ragazzi sono stati muniti della tessera di socio che dà loro la possibilità di accedere al servizio di prestito gratuito dei libri. 


EROGAZIONE INDENNITA’ DI ACCOMPAGNAMENTO

 

L’Ufficio Europa porta a conoscenza di tutti gli interessati  che  l’INPS ha pubblicato un avviso pubblico relativo all’erogazione dell’indennità di accompagnamento a dei soggetti mutilati o invalidi totali per i quali è stata accertata l'impossibilità di deambulare senza l'aiuto permanente di un accompagnatore oppure l'incapacità di compiere gli atti quotidiani della vita, indipendentemente dall’età e dalla situazione reddituale.

      Per ottenere l'indennità di accompagnamento occorre essere in possesso del riconoscimento di totale inabilità (100%) per affezioni fisiche o psichiche; essere nell’impossibilità di deambulare senza l'aiuto permanente di un accompagnatore, ovvero impossibilità di compiere gli atti quotidiani della vita e la conseguente necessità di un'assistenza continua; essere in possesso della cittadinanza italiana. Per i cittadini stranieri comunitari occorre l’iscrizione all'anagrafe del Comune di residenza;  per i cittadini stranieri extracomunitari necessita permesso di soggiorno di almeno un anno di cui all'art. 41 TU immigrazione; avere la residenza stabile ed abituale sul territorio nazionale.

Per gli ultra sessantacinquenni (non più valutabili sul piano dell'attività lavorativa) il diritto all'indennità è subordinato alla condizione che essi abbiano difficoltà persistenti a svolgere i compiti e le funzioni dell'età.

Si fa presente che, con decorrenza dal 25 giugno 2014, ai minori titolari di indennità di accompagnamento, al compimento della maggiore età, viene automaticamente riconosciuta la pensione di inabilità riservata ai maggiorenni totalmente inabili.

L'indennità è compatibile con lo svolgimento di un'attività lavorativa ed è concessa anche ai minorati che abbiano fatto domanda dopo il compimento del sessantacinquesimo anno di età.

Sono esclusi dal diritto all'indennità di accompagnamento gli invalidi che siano ricoverati gratuitamente in istituto per un periodo superiore a 30 giorni; - percepiscano un'analoga indennità per invalidità contratta per causa di guerra, di lavoro o di servizio, salvo il diritto di opzione per il trattamento più favorevole.

L'indennità di accompagnamento è compatibile, invece, ed è cumulabile con la pensione di inabilità e con le pensioni e le indennità di accompagnamento per i ciechi totali o parziali (soggetti pluriminorati).

Per poter presentare la domanda, è necessario prima recarsi dal proprio medico di base e chiedere il rilascio del certificato medico introduttivo. Una volta ottenuto il certificato, il cui codice identificativo va obbligatoriamente allegato, può essere presentata la domanda esclusivamente per via telematica attraverso i canali indicati nella circolare dell’Inps..

Si sottolinea che a  partire dal 4 luglio 2009 (con l'eccezione delle domande di aggravamento presentate dai malati oncologici) non è possibile presentare una nuova domanda per la stessa prestazione fino a quando non sia esaurito l'iter di quella in corso o, in caso di ricorso giudiziario, finché non sia intervenuta una sentenza passata in giudicato.

Infine si fa presente che il pagamento delle prestazioni decorre dal primo giorno del mese successivo alla presentazione della domanda,  che l'indennità viene corrisposta per 12 mensilità e per l'anno 2015 l'importo è pari a 508,55 euro mensili.

 

 





 

 

 

[ Dai la tua opinione su questo argomento ]

 

 

 

invia l'articolo via email

versione stampabile

proponi un tuo articolo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

>> tutti gli eventi

 

 

 

iscriviti per essere aggiornato
con IlLicatese.it

 

 

 

 

 

 

 

 

IlLicatese.it - Il portale dei cittadini di Licata
Blog informativo gestito in via indipendente da volontari e gruppi di associazioni nell'area licatese