progetto | avvertenze | scrivici | primapagina | forum dei cittadini | rss |

IlLicatese.it - informazione e approfondimento per Licata

ven, 15 dicembre


 
>> ricerca avanzata
cerca:

 


-Opera lirica madame Butte..
-BLS2..
-BLS4..

>> tutti i video

 

 

 

l'hosting web fornito da

Aruba.it

 

il progetto 

avvertenze 

collabora con noi 

scrivici 

primapagina 

rss 

archivio/cerca 

forum dei cittadini 

pubblicità 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
notizie locali >> articolo

invia stampa

Il Comune informa

di Morello Francesco, 06.03.2017

 

ALTRO INCONTRO DOMANI A LICATA SUL
PROGETTO DI PROLUNGAMENTO DELLA BANCHINA
MARINAI D'ITALIA
Domani, martedì 28 febbraio, alle ore 11,00, presso la sede istituzionale di Piazza Progresso,il Sindaco Angelo Cambiano, incontrerà l'arch. Carmelo Ricciardo, del Servizio 8 dell'Assessorato Regionale Infrastrutture Marittime e Portuali, per tornare a parlare dei lavori di realizzazione del prolungamento della Banchina Marinai d'Italia sino al raggiungimento del porto di Marianello senza soluzione di continuità, il cui progetto preliminare è stato già oggetto di confronto e discussione nel corso di un'apposita riunione tenutasi il 7 dicembre scorso.
Alla riunione di domani parteciperanno anche il Comandante dell'Ufficio Circondariale
Marittimo, Giuseppe Maggio, e i titolari dei cantieri navali che sorgono nella zona che sarà
direttamente interessata dai lavori in programma, per la cui esecuzione è previsto un investimento di
oltre 3.400.000,00 euro.

PRESENTAZIONE ISTANZE PER BENEFICIARE DEL
SERVIZIO TRASPORTO URBANO A FAVORE DEGLI
ANZIANI
Il dirigente ad interim del Dipartimento Servizi Sociali, Pietro Carmina, comunica che sono
aperti i termini per la presentazione delle istanze, entro e non oltre il giorno 17 marzo 2017, ai fini del godimento dei benefici previsti per il trasporto urbano a favore degli anziani.
I modelli per presentare l'istanza potranno essere ritirati presso gli Uffici del Dipartimento
Servizi Sociali, siti in via Marianello, presso l'URP di Piazza Matteotti, o scaricati direttamente dal sito internet www.comune.licata.ag.it
Per ciascun abbonamento è prevista una compartecipazione al costo del servizio pari a 7,00 euro mensili.
Ai fini di presentazione dell'istanza è necessario avere compiuto 65 anni di età, essere
residenti nel Comune di Licata, essere in possesso di un indicatore ISE, in corso di validità, non superiore alla fascia IRPEF ammontante ad e. 8.000,000, maggiorata del 20% a €. 9.600,00, per un nucleo familiare composto da un unico componente, o raddoppiata a €. 19,200,00, in caso di nucleo familiare composto da due o più componenti.
L'istanza va corredata da una foto formato tessera, modello ISEE e fotocopia del documento di riconoscimento, entrambi in corso di validità.



ANALISI DELLA GESTION E RIFIUTI
PROTESTA DEL SINDACO
La sempre più difficile gestione dei rifiuti in città, ha indetto l'Amministrazione comunale ad
avviare un'azione di protesta, che avrà luogo a Palermo, dove far sentire le ragioni di tutta quanta la comunità licatese.
<<La gestione dei rifiuti - dichiara il Sindaco Angelo Cambiano - è al collasso. Nonostante
l'impegno e la buona volontà di amministratori, funzionari ed operatori, dobbiamo constatare che il servizio reso ai cittadini è pessimo. Tante sono le criticità: mezzi obsoleti e personale ridotto ai minimi termini.
Considerate, ad esempio, che Licata gestisce il servizio con circa 30 operatori a differenza
di Agrigento, che con 10.000 abitanti in più, ha circa 160 operatori.
In questi mesi si sono susseguite decine di ordinanze presidenziali e nessuna è riuscita a
dare una svolta ad un sistema al collasso. La Società Dedalo ha creato un “buco finanziario” disvariati milioni di euro.
E' di qualche giorno fa la sentenza che finalmente cancella l'ingiustizia che fino ad ora
hanno subito i cittadini licatesi a seguito delle delibere, per le quali è stata finalmente dichiarata la nullità, adottate dall'assemblea dei soci il 6.3.2012 ed il 22.6.2012 che avevano introdotto, a decorrere dall'1.7.2011, un criterio di ripartizione dei costi iniquo ed illegittimo, basato sulle quantità dei rifiuti raccolti sul territorio di ogni comune, ponendosi in contrasto con il principio della consistenza demografica. In virtù di tale sentenza – sottoliena il primo cittadino - siamo oggi creditori nei confronti della Dedalo di circa 4 milioni di euro, e questa Amministrazione non intende più pagare un solo centesimo. Fino ad oggi abbiamo cercato di garantire le spettanze ai lavoratori versando le somme necessarie per pagare gli stipendi. Adesso non sarà più possibile poichè i conti della Dedalo sono stati pignorati dai fornitori che vantano crediti pregressi, con la conseguenza che gli operai del cantiere di Licata non percepiscono da due mesi gli stipendi.
Un mese fa è arrivata l'ultima (di una lunga serie) ordinanza del Presidente della Regione
che impone alle SRR “inadempienti” la gestione in house del servizio dei rifiuti applicando i piani di intervento già approvati dalla stessa Regione Siciliana. Nulla ad oggi è stato fatto nonostante la città sia pronta per partire con un serio piano per la raccolta differenziata, costringendoci a vivere continuamente nell'emergenza e ad essere “ricattati” da chi gestisce la discarica, pronti a chiudere i cancelli per un ritardo di qualche giorno del pagamento.
Pertanto, - conclude il capo dell'Amministrazione comunale - da lunedì, inizieremo una
protesta ad oltranza a Palermo per far sentire le ragioni di una comunità>>.

INTERVENTO DEL SINDACO SULL'ATTUALE
MOMENTO POLITICO CITTADINO
Con riferimento al dibattito politico in corso, ed a seguito del provvedimento di revoca
dell'assessore comunale Vincenzo Ripellino, riportiamo le seguenti dichiarazioni del Sindaco Angelo Cambiano:
<<Ritengo che la città sia stanca dei giochi di potere mirati a destabilizzare
l’Amministrazione ed il governo di una città al solo fine di ottenere in cambio “qualcosa”. Non essendo persona “ricattabile” e ritenendo che la città ha già pagato un prezzo altissimo per sottostare alle manovre politiche di chi, “puparo”, gestisce le azioni di pseudo-consiglieri,annuncio alla città che continuerò ad amministrare insieme alla mia Giunta senza alcun legame politico e con chi vorrà condividere, nell’esclusivo interesse della città, l’azione amministrativa.
Mentre la città è in agonia alcuni consiglieri comunali decidono di bloccare l'attività
amministrativa facendo un'azione di puro ostruzionismo politico.
Sono certo che ai cittadini non interessino i posizionamenti politici ed i comunicati stampa
che in queste ore si susseguono al solo fine di lanciare messaggi subliminali sperando di incutere timore e condizionare l’azione di governo ad interessi particolari sotto il ricatto di votare la mozione di sfiducia.
Ho affermato già in Consiglio Comunale che non temo la sfiducia e non mi farò mai
condizionare da sporchi giochi di potere finalizzati a soddisfare esigenze ed interessi personali.
La Giunta andrà avanti senza l’Assessore Ripellino che ringrazio per il contributo dato a
questa Amministrazione ed alla città. La Giunta non è più espressione di gruppi politici e mi
riservo nelle prossime ore di assumere determinazioni in merito.
Preannuncio fin da ora che non cadrò nella provocazione di rispondere o partecipare a
polemiche sulla stampa in quanto inutili e magari solo necessari a qualcuno che vuole giustificare
le azioni politiche degne di chi accattona come il migliore dei mendicanti>>.

 

 

 

[ Dai la tua opinione su questo argomento ]

 

 

 

invia l'articolo via email

versione stampabile

proponi un tuo articolo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

>> tutti gli eventi

 

 

 

iscriviti per essere aggiornato
con IlLicatese.it

 

 

 

 

 

 

 

 

IlLicatese.it - Il portale dei cittadini di Licata
Blog informativo gestito in via indipendente da volontari e gruppi di associazioni nell'area licatese